Juventus-Napoli, conferma dal CTS | “Il protocollo va attualizzato”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:30
Ranieri Guerra (OMS) su stop campionato Serie A e riapertura stadi
Allianz Stadium di Torino @ Getty Images

Francesco Braconaro, membro del CTS, ha parlato del protocollo e della partita tra Juventus e Napoli, non disputata

La non disputa della partita tra Juventus e Napoli di domenica scorsa ha fatto nascere degli interrogativi sul protocollo anti-Covid attualmente in vigore in Serie A. Arginare il problema Coronavirus non è semplice, ma è necessario che la Serie A non vada incontro ad un nuovo stop. Il Giudice Sportivo non ha ancora emesso il verdetto sull’esito del match: il Napoli non ha viaggiato per Torino, poiché bloccato dall’ASL Napoli 2 Nord. Una scelta che Lega Calcio e Juventus non hanno preso benissimo: la palla, dunque, è passata alla Giustizia Sportiva, che la prossima settimana scioglierà i nodi di una situazione complicata.

LEGGI ANCHE >>> Juventus-Napoli, Albiol ricorda: “Quando li battemmo sul loro campo…”

prime pagine
De Laurentiis e Agnelli (Getty Images)

Juventus-Napoli, dal CTS: “Le ASL possono impedire le trasferte”

Uno dei membri del Comitato Tecnico Scientifico, Francesco Braconaro, ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli ha parlato proprio del protocollo: “In tanti ci abbiamo lavorato, non è una cosa privata come dice De Luca. Questo protocollo ha permesso al campionato di iniziare, ma ora va attualizzato e stiamo lavorando su quest’aspetto“. Braconaro, successivamente, parla del potere delle ASL: “Hanno competenze specifiche e dipendono dalle Regioni. Il 18 giugno durante una circolare, è stato confermato il loro ruolo di sorveglianza. Dunque, le ASL possono impedire una trasferta“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Udinese, componente positivo al Covid-19 | Amichevole annullata