Calciomercato, ESCLUSIVO Rastelli: “Per Allegri e Sarri si restringe il campo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:07
Rastelli al Terzo Tempo di Cm.it

Nel corso del Terzo Tempo di Calciomercato.it è intervenuto anche Massimo Rastelli che ha spaziato su diversi argomenti: dal futuro ai colleghi senza panchina

Massimo Rastelli, ex allenatore del Cagliari, ha parlato ai microfoni di Calciomercato.it nel corso di Terzo Tempo: “Bisognerebbe avere la sfera di cristallo. È un anno particolare, si naviga a vista e le incognite sono tante. Non possiamo fare altro che aspettare qualche società che possa offrire un progetto soddisfacente. Cagliari? Ringrazio i tifosi, sanno quanto io sia legato a loro e a quella terra. Li tengo sempre nel cuore. Il Cagliari ha cercato di migliorarsi cambiando sia allenatori che pedine e credo che con Di Francesco possa avere possibilità di creare un ciclo. Conoscendo Eusebio è nel posto giusto per fare il suo calcio. Ci vorrà tempo”.

CASTROVILLI – “Credo ci sia arrivato nel momento giusto. Ha fatto due anni di fila in Serie B dove ha racimolato minuti ed esperienza”.

ALLENATORI – In merito ad allenatori ancora senza squadra come Allegri, Spalletti ed Allegri: “Sono grandissimi allenatori che hanno dimostrato di aver fatto qualcosa di importante in squadre di grande prestigio. Credo sia giusto anche staccare la spina e fare cose che normalmente non potresti fare come godersi la famiglia e gli hobby. Loro sono allenatori che hanno raggiunto traguardi importanti e non sarà facile rientrare se non in quei parametri. Dipenderà anche dalle loro esigenze e stimolo. Per loro si restringe il campo delle squadre“. Sui giovani: “Sia Inzaghi che Gattuso hanno meritato facendo anche la gavetta, di allenare nella massima categoria. Sono molto preparati ed interessanti. Conte è una certezza. Quest’anno tutti si aspettano che possa vincere il campionato”.

Calciomercato, Rastelli su Pirlo: “Scelta ponderata”

Rastelli ha parlato anche dell’esordiente Andrea Pirlo: “Credo sia stata una scelta ponderata. Ha vissuto spogliatoi di un certo prestigio e conosce bene le dinamiche e i calciatori di un certo livello. Avrà bisogno di tempo per fare esperienza sul campo, poi farà parte del quotidiano. Credo che verrà molto aiutato anche perchè ha calciatori con cui ha anche condiviso gioie e lo aiuteranno a pagare il meno possibile lo scotto dell’esordio”. 

In chiusura: “Chi rientra prima tra lei e Allegri, Sarri o Spalletti? Mi auguri prima io (ride ndr). Il campo manca a tutti ma è il nostro mestiere”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Roma, Fonseca in bilico. Le ultime di CM.IT su Allegri e Sarri