Juventus-Napoli, Agnelli: “Al contrario saremmo partiti. De Laurentiis mi ha chiesto…”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:17
Addio Higuain Juventus
Andrea Agnelli (Getty Images)

Caos Juventus-Napoli, parla il presidente Agnelli sulla situazione protocollo e positività al Covid

“Appena abbiamo scoperto i due casi di positività, abbiamo agito come prevede il protocollo. Ci siamo messi nella bolla e in isolamento e siamo stati poi in grado di poter giocare la partita di oggi”. Così Andrea Agnelli, presidente della Juventus, intervistato da ‘Sky Sport’, in merito al caso della gara non disputata tra i bianconeri e il Napoli. “Non è una questione di Governo o di sistema calcio. Il protocollo è un documento vivo. L’importante è sempre avere lo spirito di voler giocare e di lealtà sportiva”.

LEGGI ANCHE >>> TERZO TEMPO CM.IT, Juventus-Napoli: il caso. GUARDA la trasmissione

“Se ho sentito De Laurentiis? Per messaggio e io gli ho risposto dicendo che la Juventus si attiene ai regolamenti. Il messaggio riguardava il rimandare la partita. Ma se non ci atteniamo ai regolamenti non va bene. Se il protocollo sarà questo, vedremo cosa si potrà perfezionare, se ce ne sarà un altro ci adegueremo. La salute viene prima di tutto, ma se vogliamo portare a termine le manifestazioni sportive dovremo essere in grado di gestire i casi di positività”.

Per le ultime notizie sul calciomercato del campionato italiano di Serie A—>clicca qui!

E poi ancora: “Se fosse successo il contrario con un’intervento della Asl di Torino? Credo che saremmo comunque partiti per Napoli. Ma l’Asl non sarebbe intervenuta visto che abbiamo rispettato il protocollo e le norme”. Infine sull’eventuale vittoria per 3-0 a tavolino: “Preferisco vincere sul campo, sempre”.

LEGGI ANCHE >>> Juventus-Napoli, Verdoliva (direttore ASL): “Non decidiamo su trasferte”