Calciomercato Napoli, da Sokratis alle cessioni di Allan e Koulibaly: De Laurentiis scatenato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:39
Napoli, Sokratis nel mirino
Sokratis @ Getty Images

Aurelio De Laurentiis fa il punto della situazione in merito al calciomercato spaziando da Allan a Koulibaly passando per Sokratis

Ai microfoni di ‘Radio Kiss Kiss Napoli’ è intervenuto il patron azzurro Aurelio De Laurentiis che si è concentrato anche sul calciomercato del Napoli a partire da Sokratis: “Ci stiamo lavorando, stiamo vedendo. Il mercato in uscita è tutta una risata. Nel mondo del calcio le palle si gonfiano a dismisura, sembra che tu stia parlando con delle persone che sembrano semplici ricattatori. Io ormai ci ho fatto il callo, ci nuoto in mezzo. Io sono abituato a nuotare in apnea. E’ anche molto divertente, perché quando li sento parlare faccio finta di prestarmi al gioco e con gli occhi accenno quasi un consenso, voglio vedere la sfacciataggine a cui si arriva (ride, ndr)”. Per restare aggiornato con tutte le news legate al mondo del calcio CLICCA QUI!

De Laurentiis ha poi spostato il tiro sulla cessione di Allan: “Chiedetelo a Giuntoli e Chiavelli, io ho seguito via mail, ma avevo il Cardinale come ospite e mi sembrava improprio seguire la trattativa. Ora vado a verificare se tutte le carte sono a posto e mi auguro di sì. Non so ancora se abbiano firmato o meno”.

CESSIONI – “Koulibaly e Milik sono in uscita, d’ora in poi quando ci saranno delle offerte importanti noi cederemo tutti, anche se sono con noi da un anno. Questo è un Paese che non garantisce nulla a nessuno. Io e i tifosi dobbiamo vivere alla giornata, perché ci richiedono. Noi faremo le nostre guerre, cercheremo di vincere sempre lavorando alla giornata. Quando ho avuto l’offerta da oltre 100 milioni per Koulibaly sono stato scorretto nei confronti del club e dei tifosi a non cederlo. Anche per Allan vale la stessa cosa. L’ho fatto per proteggere Ancelotti. Mi telefonò l’agente di Allan e mi fece la proposta da parte il PSG: io dissi che dovevano essere gli sceicchi a chiamarmi. Quando chiamai Nasser Al-Khelaifi gli chiesi se gli interessava veramente. Lui mi rispose che era da vedere, non ha mai parlato di 60 milioni, forse 40-45“.

Sul Napoli nel prossimo futuro: “Speriamo che il Napoli è una squadra fregno e non fregna, cerchiamo di intostirla e farla diventare molto maschia. Perché quando giocheremo contro in una squadra minore bisognerà dire che non ci interessa perché questo in Serie A capita”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> VIDEO CM.IT | Napoli, De Laurentiis al veleno: “Campionato falsato”