Serie A, Calcagno (AIC) su rischio infortuni e orari: “Ecco la soluzione migliore”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:33
Calcagno (AIC) su contratti e prestiti calciatori in scadenza 30 giugno 2020
Umberto Calcagno, vicepresidente AIC @ Getty Images

Serie A, torna a parlare Umberto Calcagno: le dichiarazioni del vicepresidente dell’Associazione Italiana Calciatori sugli orari della ripresa

Torna a parlare Umberto Calcagno, vicepresidente dell’Associazione Italiana Calciatori. Intervistato da ‘Radio Kiss Kiss Napoli’, sulla ripresa del campionato di Serie A, ha spiegato: “Gli infortuni non ci preoccupano al momento. La curva sicuramente salirà con l’alzarsi delle temperature, ma credo che potranno essere gestiti piuttosto tranquillamente. Non ci preoccupa nemmeno la scadenza dei contratti, nei vari casi sono stati trovati accordi di tipo diverso. Per gli orari, penso che in un periodo estivo giocare alle 17.30 sia ancora piuttosto presto. Credo che le slot delle 18.45 e delle 21 siano la soluzione migliore. In orari troppo anticipati, è a rischio l’incolumità dei giocatori e la stessa qualità dello spettacolo. Il principale del protocollo resta il rebus del primo contagiato dopo la ripresa”.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

Serie A, dal protocollo al rischio infortuni: parla Della Frera

Serie A, Calcagno (AIC): “Giocare ogni tre giorni comporterà rischi maggiori ai calciatori”