Coronavirus, Burioni: “Superato periodo terribile, ora cautela”. Poi corregge Gallera

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:57

Roberto Burioni ha parlato delle polemiche dichiarazioni di Giulio Gallera durante ‘Che Tempo Che Fa’ su Rai2.

Il virologo Roberto Burioni è intervenuto nel corso dell’ultima puntata del programma di ‘Rai2’, ‘Che Tempo Che Fa’, analizzando il momento del paese nella seconda fase dell’emergenza coronavirus: “La situazione sta andando meglio, siamo usciti da un periodo terribile grazie a sacrifici spaventosi. Ora siamo un paziente guarito da una brutta polmonite, non lo mandiamo subito a sciare: gli chiediamo di stare attento in convalescenza. Tutti i virus che affrontiamo li conosciamo da tempo, questo è nuovo e non possiamo prevedere come si comporterà. Dobbiamo essere cauti: sarebbe un peccato dilapidare i nostri sacrifici. Dobbiamo ricominciare a vivere, ma in questa fase serve enorme attenzione”.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, la gaffe di Gallera sul contagio scatena i social

Coronavirus, Burioni: “Non dobbiamo dilapidare i nostri enormi sacrifici”

Burioni ha risposto alle polemiche dichiarazioni di Giulio Gallera, assessore al Welfare della regione Lombardia, secondo il quale “con indice di contagio 0.5, servono due persone infette allo stesso momento per contagiarne un’altra”. Il virologo ha chiarito: “Non è come ha spiegato Gallera, il tasso di riproduzione ci dice statisticamente quante persone contagia un malato. 0.5 vuol dire che 200 persone ne contagiano 100, ma secondo alcuni studi ci sono poche persone che contagiano decine di altre, questo rende difficile il controllo”.

Tutte le news di calciomercato e non solo: CLICCA QUI!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

DIRETTA Coronavirus, il bollettino aggiornato | Spadafora apre alle partite in chiaro!

Coronavirus, Gallera: “Circolare del Viminale è gravissima”