Tafferugli sugli spalti, calciatori in lacrime: cosa è successo

Quanto successo sugli spalti ha avuto gravi conseguenze sul campo da gioco e non solo: i calciatori hanno finito il match tra le lacrime

Il senso più puro del calcio è la gioia o la tristezza sportiva di vittoria e sconfitta, quella linea sottile che non deve superare i valori etici e morali che lo sport ha da insegnare, specialmente ai più giovani. Molto spesso, però, ciò viene dimenticato o passa in secondo piano, in virtù della foga del momento o di un agonismo eccessivo e ingiustificabile.

Tafferugli sugli spalti, calciatori in lacrime
Sospensione della partita (LaPresse) – calciomercato.it

Ciò che è successo nelle ultime ore, non in una partita di Serie A o di calcio internazionale, ma tra gli Esordienti, ha lasciato in tanti senza parole. Stiamo parlando di una partita che ha fatto il giro dell’Italia, come poche volte accade per match di queste categorie. La sfida in questione è quella tra Garessio e Pedona Borgo San Dalmazzo, che è stata interrotta ben prima del termine per via di tafferugli sugli spalti.

In seguito a ciò che stava accadendo a bordocampo, l’arbitro ha dovuto prendere la decisione di sospendere l’incontro, ma ciò che è accaduto ha lasciato una lunga scia di cui è impossibile non parlare.

Esordienti, partita sospesa per liti tra i genitori: ragazzi in lacrime

A causare i tafferugli è stata una lite tra genitori, uno spettacolo orribile che ha lasciato tutti le persone sul posto sconcertate e ha portato i giovani calciatori alle lacrime.

Tafferugli sugli spalti, calciatori in lacrime
Stemma FIGC

La Figc, in particolare la delegazione provinciale di Cuneo, ha valutato gli elementi sulla questione e ha deciso di agire lanciando anche un messaggio ben preciso. Il giudice sportivo, infatti, ha ordinato la ripetizione della partita, dato che procedere con la sola sospensione avrebbe penalizzato i ragazzi, che sono stati interrotti sul più bello durante lo svolgimento dell’evento sportivo.

Le società sono state multate di 50 euro proprio per colpa del comportamento dei sostenitori sugli spalti, in questo caso i genitori. Lo spettacolo non è stato di certo dei migliori e l’auspicio è che la cassa di risonanza avuta dalla notizia inibisca altre condotte di questo tipo.

Impostazioni privacy