Spalletti: “L’Inter ha tante qualità. All’Europeo per completare un percorso” | VIDEO CM.IT

Al Gran Galà del Calcio, protagonista Luciano Spalletti: le dichiarazioni del Ct su corsa scudetto e Nazionale

Alla premiazione del Gran Galà del Calcio era presente anche Luciano Spalletti. Il Ct della Nazionale, che sarà premiato come miglior allenatore dello scorso campionato alla guida dei campioni d’Italia del Napoli, si è soffermato tra le altre sul prossimo Europeo e sulla corsa scudetto.

Spalletti Inter Napoli Nazionale
Luciano Spalletti – Calciomercato.it

Innanzitutto, il suo pensiero sull’Inter capolista: “Da osservatore è giusto che sia prima in classifica per quello che ha fatto vedere. All’Inter vedo molte qualità, è una squadra matura, che è in relazione perché c’è un calcio, fisico, tecnico e relazionale che è quello poi di come è unito il blocco squadra. L’Inter ha tutte queste componenti e caratteristiche. È una squadra matura anche nei comportamenti tra i giocatori in campo”.

Il ‘suo’ Napoli è invece in un periodo piuttosto negativo e Spalletti spiega: “Al Napoli ho visto fare delle splendide partite. Non è riuscita ieri a mantenere quel ritmo che aveva fatto vedere in precedenza. Però per il momento l’Inter ha molti meriti per quella che è la classifica, che non è ovviamente quella finale, però i nerazzurri attualmente sono in testa meritatamente”.

Quanto alla Nazionale, c’è un Europeo conquistato con i denti e adesso da onorare. Ecco la visione del Ct: “Dobbiamo completare quello di buono e il percorso fatto finora. Per 60-70 minuti siamo stati un’ottima squadra in tutte le partite, però poi bisogna andare avanti. Sul ring non è che l’incontro si decide al primo pugno: c’è da arrivare anche più in là. Bisogna far vedere quelle che sono le nostre qualità migliori e mantenerle per 100 minuti”. Spalletti non è preoccupato dall’infortunio di Scamacca: “Abbiamo varie soluzioni, i giocatori non devono mettere il musino e far vedere di che pane si vestono”. Per quanto riguarda i giovani come Camarda: “Devono giocare in Serie A se riescono a mettere in campo quella maturità che serve per avere una maglia. Non scendi in campo perché sei giovane, bello pettinato o perché hai gli occhiali griffati… Li aspettiamo però perché sono ben intenzionati”.

Impostazioni privacy