Pioli punta allo Scudetto e svela un retroscena: “Me lo ha chiesto Hernandez”

Le dichiarazioni di Stefano Pioli al termine del match tra il suo Milan e il Frosinone di Di Francesco

Il Milan riesce ancora a rialzare la testa. Dopo il ko contro il Borussia Dortmund, i rossoneri conquistano la vittoria, contro il Frosinone, nonostante le tantissime assenze.

Milan-Frosinone: la conferenza di Pioli
La conferenza Pioli – Calciomercato.it

Stefano Pioli può così esultare e tirare un sospiro di sollievo per la panchina che stasera è un po’ meno in bilico: “Al termine della gara ho parlato con Furlani, Moncada e D’Ottavio e ci siamo abbracciati – esordisce il tecnico in conferenza stampa -. Ci sono stati un po’ più di sorrisi, visto il risultato finale”.

Pioli esulta anche per Luka Jović, che conferma di essere in crescita, trovando il primo gol in rossonero e anche un assist per Tomori: “Ha delle grandi qualità tecniche e fisiche – prosegue il mister -. Sa tenere palla, la sua condizione non era buona ad inizio stagione, ma ora sta bene. Mi aspetto molto e può dare un grande contributo alla squadra, sono felice che abbia segnato. E’ troppo importante e deve continuare così”.

Il Milan ha battuto il Frosinone con Hernandez al centro della difesa e il francese è riuscito a sfornare una super prestazione. Il gruppo, a partire proprio dal nazionale di Deschamps, ha dimostrato di essere unito con Pioli – “Conosco bene i miei giocatori, è stato Theo a proporsi nel giocare centrale, questo ti fa capire lo spirito di gruppo. E’ stata, comunque, una cosa della rifinitura, nata così. Ora abbiamo una settimana da sfruttare alla grande”.

Milan-Frosinone, Pioli vuole lo Scudetto

Con la qualificazione agli ottavi di finale Champions League ormai lontana, il campionato diventa sempre più importante.

Milan-Frosinone: la conferenza di Pioli
Pioli in conferenza (LaPresse) – Calciomercato.it

E Stefano Pioli ci crede per davvero a vincere lo Scudetto e lo conferma anche stasera – “L’obiettivo è essere competitivi per conquistarlo – prosegue il mister -. Inter e Juve sono fortissime, ma noi dobbiamo lottare per vincere il titolo, ora bisogna trovare continuità per provare a recuperare dei punti, sperando che da marzo ci si possa giocare davvero lo Scudetto fino alla fine”.

 

Impostazioni privacy