Juventus-Vlahovic, la doppia beffa: tutti scontenti

Vlahovic torna al gol, ma il suo futuro alla Juventus è ancora in bilico: lo scenario che scontenta tutti

Veniva da un lungo digiuno, Dusan Vlahovic, che non trovava il gol dalla metà di settembre e dalla doppietta contro la Lazio. Il serbo si è sbloccato nell’appuntamento più importante, quel Juventus-Inter che valeva tantissimo, non solo come scontro diretto per la vetta della classifica ma anche per saggiare le ambizioni bianconere in ottica primato a lungo termine.

Calciomercato Juventus no cessione Vlahovic Arsenal Chelsea
Dusan Vlahovic © LaPresse – Calciomercato.it

Vlahovic ha ritrovato la maglia da titolare e si è battuto come un leone. Oltre al gol, una partecipazione al gioco che raramente si era vista. Di sicuro, una delle sue migliori prove con la maglia bianconera. Che potrebbe sancire una sorta di suo rilancio e la consapevolezza, da parte di Allegri, di avere a disposizione un’arma in più nella lunga corsa in campionato. Ma nel complesso, il futuro del centravanti rimane piuttosto in bilico.

Il suo contratto scade nel 2026 e il club vorrebbe cercare di giungere al rinnovo, anche se spalmando il suo attuale ingaggio. Situazione non soddisfacente per il giocatore, che si sta oltretutto rendendo conto che forse Torino non è l’ambiente ideale, per lui, per esplodere. Al tempo stesso, la Juventus, di fronte a un’offerta congrua, potrebbe anche accettare l’addio. Ma il tutto si sta complicando notevolmente.

Vlahovic e l’addio a rischio: gli scenari alla Juve

Come noto, in estate Vlahovic era stato davvero sul punto di partire, ma non erano pervenute richieste all’altezza delle aspettative della Juve. L’unica squadra davvero interessata, il Chelsea, aveva messo sul piatto una valutazione troppo bassa.

Calciomercato Juventus no cessione Vlahovic Arsenal Chelsea
Dusan Vlahovic © LaPresse – Calciomercato.it

Anche per il futuro, però, potrebbe esserci carenza di offerte. Secondo ‘TeamTalk’, in Inghilterra, infatti, sia il Chelsea che l’Arsenal al momento avrebbero altri obiettivi su cui puntare in maniera prioritaria, vale a dire Toney e Osimhen. Stesso discorso per il Psg e il Real Madrid, altre squadre che lo hanno monitorato ma senza mai dare l’impressione di voler affondare veramente il colpo. Dunque, potrebbe configurarsi una situazione, in cui, ancora una volta, la Juventus e Vlahovic potrebbero rimanere insieme ‘per forza’: i bianconeri senza monetizzare dalla cessione e lui ‘bloccato’ in un contesto tecnico tattico in cui fatica ad emergere.

Impostazioni privacy