Pioli non può più sbagliare: niente traghettatore in caso di esonero

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:12

Crisi Milan, Stefano Pioli sulla graticola dopo il tonfo contro l’Udinese: PSG in Champions e sabato il Lecce decisive per il futuro in panchina del tecnico rossonero

Tempi duri al Milan per Stefano Pioli, uscito tra i fischi sonori della San Siro rossonera dopo il tonfo casalingo contro l’Udinese che fa scivolare i rossoneri a -6 dalla vetta della classifica occupata dai cugini dell’Inter.

Milan, Pioli in bilico
Stefano Pioli (LaPresse) – Calciomercato.it

La vetta si allontana per il ‘Diavolo’ che non viene dal match del 7 ottobre contro il Genoa. Dopo Marassi un solo punto, in quel di Napoli, in quattro partite tra campionato e Champions League. Troppo poco per una squadra che ambisce a lottare per lo scudetto e a strappare la qualificazione agli ottavi nella massima competizione europea. “I fischi sono giusti, mi assumo tutte le responsabilità”, le parole di Pioli a caldo subito dopo il KO contro l’Udinese di sabato sera. L’allenatore di Parma ha perso certezze e la sua posizione inizia scricchiolare sulla panchina rossonera.

Milan, Pioli sulla graticola: PSG e Lecce decisive

Nelle prossime ore è in arrivo a Milano il patron Cardinale, che oltre ad assistere al match di coppa avrà un confronto con Pioli e l’Ad Furlani prima del decisivo match di Champions con il Paris Saint-Germain dell’ex Donnarumma.

Crisi Milan, futuro Pioli
Pioli, tecnico del Milan (LaPresse) – Calciomercato.it

Incrocio decisivo per il destino in Europa del Milan, con l’allenatore che sarebbe in bilico e che si giocherebbe la permanenza al timone del ‘Diavolo’ nelle prossime due gare proprio contro il PSG e sabato nella trasferta di campionato a Lecce riporta ‘Il Giornale’. La dirigenza e la proprietà vogliono prima capire se il apporto tra Pioli e la squadra è ancora saldo, anche perché un esonero a novembre significherebbe il fallimento della stagione già prima del giro di boa. Inoltre, nel caso in cui la situazione precipitasse, la società scarterebbe l’ipotesi di un traghettatore puntando eventualmente su una soluzione definitiva e valida anche per il futuro. Cardinale in primis si aspetta un cambio di marcia immediato: Pioli non può permettersi ulteriori passi falsi prima della sosta, PSG e Lecce segneranno il destino del tecnico parmense.