Cessione immediata, così arriva de Ligt

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:00

Matthijs de Ligt non vive un momento felice al Bayern Monaco e può anche lasciare la Germania: colpaccio con la cessione immediata

Fuori per una botta dai convocati per la coppa di Germania, non si può dire che Matthijs de Ligt abbia iniziato la stagione nel migliore dei modi.

De Ligt al Barcellona
de Ligt (LaPresse) – Calciomercato.it

Il centrale olandese ha sofferto l’arrivo al Bayern Monaco di Kim dal Napoli: il sudcoreano ha impiegato poco tempo a prendersi il posto da titolare e l’ex Juventus è finito alle spalle anche di Upamecano nelle gerarchie di Tuchel. Il bottino di questo inizio campionato racconta di appena 126 minuti in campo con solo due apparizioni da titolare ed entrambe soltanto per un tempo.

Insomma, non si aspettava certo un inizio del genere de Ligt ed, infatti, il suo malcontento è evidente, così come sono sempre più ricorrenti le voci su un possibile addio al Bayern Monaco tra gennaio e giugno che il tecnico tedesco dovesse continuare ad utilizzarlo con il contagocce.

Calciomercato, de Ligt al Barcellona: serve una cessione

Per de Ligt si è anche parlato velatamente di un possibile ritorno alla Juventus, ma sicuramente il suo costo e il suo ingaggio sono fuori dagli attuali parametri della società bianconera.

Bayern Monaco, Barcellona su de Ligt
de Ligt e Tuchel (LaPresse) – Calciomercato.it

Chi ci pensa realmente è il Barcellona, almeno stando a quanto riferito da ‘fichajes.com’. Il club catalano, che aveva provato a prendere de Ligt già ai tempi dell’Ajax, potrebbe farsi avanti in maniera concreta nelle prossime settimane, soprattutto se dovesse essere ceduto Andreas Christensen, indicato come possibile partente.

Il problema, in caso di cessione del danese ex Chelsea, sarebbe la valutazione che il Bayern Monaco fa di de Ligt dopo aver speso quasi 80 milioni di euro per acquistarlo dalla Juventus. Il Barça non vive una florida situazione finanziaria e grandi investimenti in questo momento sono resi complicati. Discorso diverso, ovviamente, se da Monaco di Baviera arrivasse un’apertura alla cessione in prestito dell’olandese.