Morata torna in Serie A, lo spagnolo esce allo scoperto

Alvaro Morata ha parlato del suo futuro dalla tournée messicana dell’Atletico Madrid, lanciando segnali negativi alle italiane

Alvaro Morata resta, come ogni anno, in orbita Serie A. Periodicamente lo spagnolo torna accostato o al centro di una trattativa con un club italiano. L’attaccante classe ’92 ha dato il meglio di sé nel nostro campionato con la maglia della Juventus in cui ha militato per due volte.

Morata pensieroso con la maglia della nazionale spagnola
Alvaro Morata (LaPresse) – calciomercato.it

A più riprese anche il Milan si è informato, poi l’Inter e ancora Mourinho lo ha scelto come rinforzo offensivo preferito per la sua Roma. Una operazione però complicata per i costi, tra cartellino e ingaggio, che Tiago Pinto non ha potuto mandare avanti. A meno che il Nottingham Forest non presenti effettivamente un’offerta per Ibanez che porti il brasiliano lontano dalla capitale. Discorsi ancora futuristici, anche perché l’Atletico Madrid gradirebbe anche la permanenza di Morata. Lo stesso Simeone qualche giorno fa ha ribadito la sua importanza e la speranza che resti al Wanda. Nel frattempo lo spagnolo, accostato di nuovo alla Juventus in queste ore come eventuale piano B a Lukaku, è tornato a parlare del suo futuro.

Morata ‘chiude’ a Roma e Juve: “Ora non ci penso”. Poi su Mourinho

Ai microfoni di ‘TUDN’, canale made in Messico, dove l’Atletico si trova in tournée, le sue dichiarazioni non sono così incoraggianti per le italiane: “Sto lavorando e sono molto felice di essere qui. Non possiamo controllare il mercato. Ho la voglia di continuare a progredire, come sto facendo in questa preparazione, ma noi non controlliamo il mercato”.

Morata in un contrasto con Valverde nel derby Real Madrid-Atletico
Alvaro Morata (LaPresse) – calciomercato.it

Fino a qui niente di strano, ma poi è il momento di rispondere in maniera specifica sugli interessamenti e le trattative con l‘Arabia Saudita, Inter, Juve, Milan e soprattutto la Roma: “Non è un’opzione in questo momento. Sono qui a godermi il Messico e il ritiro. In questo momento non è nella mia testa”, ha detto sulla pista giallorossa. Dichiarazioni chiare, che possono ovviamente costituire una mera facciata. Mourinho continua a volerlo a tutti i costi, nonostante la trattativa in corso per Marcos Leonardo. E Morata parla proprio dello Special One, che lo ha allenato al Real agli esordi: “È un grande allenatore, è stato lui a darmi l’opportunità di giocare la mia prima partita da professionista. Gli sono molto grato e gli auguro il meglio”.

Impostazioni privacy