Sentenza ribaltata, incredibile in Serie A: “La Juve può chiedere i danni alla Figc”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:58

In una marea di opinioni, dati, indiscrezioni e affini contro la Juventus, una voce importante che fa sperare i tifosi bianconeri

Il futuro della Juventus è ancora totalmente nebuloso. Venerdì scorso è arrivata la sentenza della Corte Federale, ma la strada è ancora lunga e i tifosi bianconeri hanno ancora qualche speranza. Come spiegato da Calciomercato.it, nel ricorso del club al Collegio di Garanzia del Coni ci saranno tre capisaldi fondamentali. Il primo è meramente burocratico, ovvero una questione di termini scaduti per la revocazione del proscioglimento, poi la mancanza di una norma specifica sulle plusvalenze e infine la necessità di punire anche tutti gli altri club coinvolti.

La Juventus può chiedere i danni alla Figc
Ferrero, Scanavino e Marella Agnelli – calciomercato.it

Tantissimi sono andati in direzione contraria alla Juve, paventando conseguenze ancora più gravi rispetto a quelle già inflitte. Al tempo stesso, però, in tanti hanno condiviso le loro perplessità sulla penalizzazione bianconera. E i tifosi, insieme ad Allegri e la squadra ovviamente, possono ancora sperare. Anzi, c’è chi parla addirittura di una situazione che sarebbe completamente ribaltata, quasi a ‘favore’ della Juventus. A parlarne è l’avvocato Cataldo Intrieri: “Io sono un avvocato penalista e sono milanista. Calcisticamente la Juventus la detesto. Però la stranezza di questa storia mi ha molto colpito”. In primis la questione intercettazioni, di cui tanto si è parlato tra Paratici, Agnelli e Cherubini: “Devono essere un mezzo che serve a cercare le prove dirette, non una prova di qualcosa che invece deve essere accertato. E non ritengo neanche che le intercettazioni in questione abbiano questo grande valore di autoconfessione: ci sono rimandi, mezze ammissioni. Nulla di più”.

Juventus, un nuovo possibile colpo di scena: “Richiesta di risarcimento alla Federcalcio”

L’avvocato Intrieri è stato intervistato da ‘Tuttosport’, mette in dubbio la validità e il peso delle intercettazioni: “Quelle che noi abbiamo, sono solo quelle che ha scelto la procura di Torino per sostenere la propria accusa. E non sappiamo neanche se il giudice penale le userà o se sono lecite”.

La Juventus può chiedere i danni alla Figc
Ferrero – calciomercato.it

Ma c’è dell’altro, ovvero – come già spiegato – che non ci sono norme precise sulle plusvalenze che quindi possano essere violate: “Ci deve essere una norma che dice: se ti comporti così, commetti un reato. La Corte d’appello, nella prima sentenza, l’ha sottolineato chiaramente. Dopodiché, sei mesi dopo, senza che una legge in merito sia arrivata, ha cambiato idea. E perché mai? Se non c’è la norma, il problema non è risolto“. E quindi come andrà a finire? “Non lo so. Io ero convinto che non sarebbe stata accolta la richiesta di revocazione. Però attenzione: se vengono lesi diritti fondamentali, anche i tesserati possono rivolgersi al giudice ordinario per chiedere i danni. Io sono convinto che se dovesse essere confermata questa sentenza probabilmente la Juventus perseguirebbe questa strada e si rivolgerebbe al Tar per essere risarcita del danno”.

E proprio questo è il punto clamoroso, che ribalterebbe tutto e fare diventare addirittura la Juve una sorta di ‘parte lesa’: “Se un domani il giudice ordinario italiano o la Corte di Giustizia europea dovessero sanzionare la Figc per un danno arrecato, questo segnerebbe la perdita di credibilità della Giustizia Sportiva. Questo processo, storico per la Juventus, forse porterà a una riforma di questo ordinamento. Me lo auguro”. E sui tifosi: “Si può pensare, in un futuro, alla possibilità di una class action di tifosi che si ritengono danneggiati da un provvedimento disciplinare iniquo e chiedono il risarcimento dei danni lamentando e portando le prove. Potrebbe essere un ulteriore sviluppo di questa vicenda”.