Milan, zero voglia e testa bassa: così è il Pioli nerissimo in sala stampa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:26

Uno sconsolatissimo Stefano Pioli si presenta in conferenza stampa dopo la batosta clamorosa contro la Lazio

È notte fonda per il Milan. La squadra di Pioli inanella l’ennesimo risultato negativo, con iun’imbarcata clamorosa in casa della Lazio che domina a vince 4-0. Non ha funzionato nulla dei rossoneri, con e senza la palla, che hanno toccato il punto più basso della stagione dopo il ko nettissimo con l’Inter in Supercoppa. Stefano Pioli si presenta in conferenza stampa amarissimo per fare la sua disamina del match, che non può che essere cinica e lucida.

Le parole di Stefano Pioli dopo Lazio-Milan su Zaniolo
Stefano Pioli – calciomercato.it

“La formazione? Era la migliore per giocare stasera. Troppo rischiosa la tattica dell’uno contro uno? Ma oggi non siamo andati nell’uno contro uno. Sono qui perché devo esserci, bisogna andare a Milanello, lavorare e parlare poco. Abbiamo aspettato la Lazio sotto palla ma non abbiamo difeso bene sbagliando scelte difensive che ora ci stanno penalizzando”, la risposta di un Pioli abbastanza stizzito decisamente poco voglioso di parlare e frettoloso, desideroso di tornare a casa. Comprensibile. Poi sulle parole di Maldini, che ha parlato di uno spirito un po’ perso: “Sì, giocavamo per tanto tempo con più energia. Sono state sue settimane pesanti, i risultati negativi ti tolgono qualcosa, tolgono allegria a una squadra sempre molto leggera. Si sono create molte aspettative e quando non le rispettiamo soffriamo. Io devo stare vicino ai miei giocatori, fare cose chiare e semplici e ridargli la determinazione che abbiamo perso”.

Lazio-Milan, Pioli sugli infortuni di Maignan e Tomori

Pioli dopo Lazio-Milan
Stefano Pioli – calciomercato.it

Pioli viene stuzzicato ancora sullo spirito, sulla gioia e il sorriso che questo Milan sembra aver perso nonostante la bellezza dei tifosi rossoneri: “Sono d’accordo, i tifosi sono fantastici e non dobbiamo perdere quello che abbiamo creato, deve essere uno stimolo e una motivazione”. Infine sugli infortuni e il ritorno di Mike Maignan in vista del Tottenham: “Ci stavamo riprendendo, purtroppo oggi c’è stato l’infortunio di Tomori che ancora dobbiamo valutare. In una stagione lunga ci stanno gli infortuni. Maignan è in miglioramento, ma ancora non sappiamo quando potrà rigiocare”.