Lukaku e l’addio definitivo al Belgio: “Scelta a breve”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:47

Il futuro di Romelu Lukaku continua a tenere banco, non solo in chiave Inter e calciomercato, ma anche per il Belgio. Ecco le ultime novità

Gli ultimi mesi non sono stati affatto semplici per Romelu Lukaku, anzi anche l’ultimo anno e mezzo.

Lukaku e l'addio definitivo al Belgio: "Scelta a breve"
Romelu Lukaku ©LaPresse

Dopo l’addio a suon di milioni all’Inter e il ritorno al Chelsea, sono stati pochi gli acuti per il bomber ex Everton. Piuttosto, ci sono state tante difficoltà nell’esprimere quel livello di gioco spesso mostrato in Premier League e ancor di più in Italia, agli ordini di Antonio Conte. Quello era un calciatore diverso, che dominava con il suo strapotere fisico, ma anche con gli allunghi tipici del suo repertorio. Nella prima parentesi nerazzurra, Lukaku si era realizzato come uno dei migliori attaccanti del pianeta, risultando, in alcune partite, assolutamente immarcabile e trascinando la Beneamata alla vittoria dello scudetto e una finale di Europa League. Con il Belgio al Mondiale, dopo i tanti infortuni di inizio stagione, le cose non stanno andando esattamente come si era immaginato. Il nuovo stop muscolare evidenziato contro la Sampdoria, l’ha costretto a saltare la prima partita. Nel ko contro il Marocco è entrato, ma senza riuscire a lasciare il segno. Oggi c’è la Croazia, ma la sua condizione non è ancora al top. E c’è già chi pensa possa essere una delle ultime chance di scrivere la storia con la sua Nazionale.

Lukaku tra Inter e Belgio: Nainggolan parla del futuro in Nazionale

Lukaku e l'addio definitivo al Belgio: "Scelta a breve"
Romelu Lukaku ©LaPresse

Un altro calciatore belga che è riuscito a lasciare il segno in Italia, soprattutto con le maglie di Cagliari e Roma, è sicuramente Radja Nainggolan. Il centrocampista ha parlato proprio del futuro di Lukaku e del suo eventuale ritiro dalla Nazionale, ai microfoni di ‘Voetbalprimeur’ e per certi versi sono anche parole sorprendenti: “Lukaku vicino all’addio alla Nazionale? Ha 29 anni e secondo me a breve farà una scelta, dopo i 30 anni non si recupera più così facilmente dagli infortuni. Romelu ha sempre puntato tutto sull’esplosività fisica, se gli si toglie quella non è più il vero Lukaku. Dubito possa giocare a lungo nel Belgio”.