TV PLAY | Biennale per Ronaldo: “Bravo influencer ma segnerà poco”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:43

Il giornalista intervenuto ai microfoni di Calciomercato.it su TvPlay parla del futuro di Cristiano Ronaldo e del possibile approdo in Arabia Saudita

E’ iniziata con una vittoria l’avventura ai Mondiali di Cristiano Ronaldo. Il campione portoghese, nonostante qualche difficoltà, è riuscito ad essere protagonista con un gol, su rigore, nel match della sua nazionale contro il Ghana.

Abed a Calciomercato.it su TvPlay: da Ronaldo all'Arabia
Cristiano Ronaldo ©LaPresse

CR7 è totalmente concentrato sulla manifestazione internazionale in Qatar, per il calciomercato ci sarà tempo. Sono questi i giorni dei rumors che vogliono il fenomeno ex Manchester United in Italia – è tornato ad essere accostato a Milan e Roma – o in un top team europeo, come Psg, Real Madrid e soprattutto Chelsea. Jorge Mendes è chiaramente a lavoro per trovargli la giusta sistemazione. Nelle ultime ore si è parlato tanto della possibilità che Ronaldo si trasferisca al Newcastle, prima di concludere la carriera all‘Al Nassr.

Dell’ipotesi araba ha parlato anche il giornalista Abed, intervenuto ai microfoni di Calciomercato.it su TvPlay. Un’ipotesi che non sembra convincere in pieno ma che appare reale: “Si tratta per gennaio, l’Al Nassr è pronto a offrire un contratto da 300 milioni per un biennale a Cristiano Ronaldo. Io penso che lui, anche qui da noi, però farebbe fatica a segnare tanti gol, perché è un giocatore che tecnicamente non è quello di una volta, non vedo la stessa corsa, quindi anche nel nostro campionato potrebbe avere delle difficoltà. Bene l’influencer Cristiano Ronaldo per far crescere il movimento, ma a livello tecnico farebbe fatica”.

Arabia Saudita, calcio in crescita: parla Abed

Abed a Calciomercato.it su TvPlay: da Ronaldo all'Arabia
Abed a Calciomercato.it su TvPlay: da Ronaldo all’Arabia

Il calcio in Arabia Saudita sta vivendo un momento magico e dopo la vittoria contro l’Argentina sogna in grande. E’ evidente che il movimento sia in crescita: “In Arabia Saudita ci sono giocatori che arrivano da tante nazionalità diverse. Bin Salman ha deciso di migliorare la lega, che deve diventare tra le più forti al mondo. Partivano da una base di pochi giocatori importanti, poi io ho visto in giro per l’Europa giocatori e stadi che trasmettevano un livello di passione importante per vedere poi una crescita anche in Arabia Saudita, con poi l’arrivo di giocatori come Gomez e Giovinco che arrivano da noi e che aumentano del 5%, poi le prestazioni dei compagni di squadra. Vedo un gruppo che sta continuando a migliorarsi potendo giocare in un campionato più allenante il che ti consente di giocare contro l’Argentina di Messi senza sfigurare arrivando addirittura a vincere”.