Niente Mondiale e caos in allenamento: altra rottura

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:45

Scintille nell’ultimo allenamento del Manchester United: ecco cosa è successo nell’ultima sessione. Le ultime dall’Inghilterra.

Che il clima in casa United non sia dei più tranquilli ormai è noto ai più. La questione legata al futuro di Cristiano Ronaldo continua a tenere banco in maniera spasmodica, con il lusitano che sembra essere sempre più vicino a cambiare aria.

Niente Mondiale e caos in allenamento: altra rottura
Martial ©LaPresse

Il cinque volte Pallone d’oro – le cui dichiarazioni rilasciate al “The Sun” hanno fatto letteralmente esplodere il caso – potrebbe trovare un accordo con i “Diavoli Rossi” per una risoluzione consensuale. Almeno questo è quanto trapela dall’Inghilterra negli ultimi giorni. La sosta per i Mondiali in casa United, però, non ha contribuito a placare gli animi. Secondo quanto riferito dal Daily Mirror, infatti, Anthony Martial si sarebbe reso protagonista di un duro confronto con il giovane Dan Gore nel corso dell’ultima seduta di allenamento a Carrington.

United, furia Martial: battibecco in allenamento

Niente Mondiale e caos in allenamento: altra rottura
Martial ©LaPresse

Ten Hag è stato costretto a sospendere temporaneamente la seduta di allenamento. Dopo un’entrata piuttosto “robusta” di Dan Gore, Martial ha avuto una reazione tutt’altro che tranquilla. L’attaccante francese si sarebbe scagliato contro il compagno di squadra, rimasto irremovibile nelle sue posizioni. ten Hag avrebbe provato a fare da paciere, mediando tra le parti per trovare un punto d’accordo.

Gli animi si sarebbero tranquillizzati dopo qualche minuto, con Martial che si sarebbe poi scusato con Gore, al quale ten Hag ha rammentato meno foga in allenamento. Insomma, la classica quiete dopo la tempesta, con i compagni di squadra che avrebbero avuto un ruolo tutt’altro che banale nel non far degenerare la situazione. L’allenamento, interrotto per sedare gli animi, è poi proseguito regolarmente.

Ricordiamo che Martial era uno dei profili dati in lizza per sostituire l’infortunato Benzema: Deschamps, però, ha deciso di non convocare nessun attaccante last minute, dopo l’infortunio accorso a “Karim The Dream”. Una presa di posizione per certi aspetti inaspettata, che l’ex stella del Monaco potrebbe non aver metabolizzato.