PAGELLE E TABELLINO MILAN-FIORENTINA 2-1 | Tomori, croce e delizia. Krunic non pervenuto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:14

Pagelle e tabellino del match di Serie A, valevole per la quindicesima giornata, tra i rossoneri e i viola

Il Milan la vince solo alla fine dopo un match davvero complicato. Decisivo un autogol di Milenkovic, su uscita da rivedere di Terracciano.

Pagelle Milan-Fiorentina
Tomori e Vrancks ©LaPresse

Un successo fondamentale quello che dei rossoneri, che restano così a otto punti dal Napoli.

Ecco i voti:

MILAN
Tatarusanu 6 – Sembra poter far poco in occasione del primo gol subito. Si distende bene sul retropassaggio di Kalulu, con cui si sfiora l’autogol.

Kalulu 6 – Fatica a trovare i tempi per affondare sulla fascia. Come gli è successo spesso, in questa prima parte di stagione, va in difficoltà quando è chiamato a giocare a destra. La ripresa si apre con un buon cross per Giroud, poi viene spostato al centro e la sua prova migliora decisamente.

Thiaw 6 – E’ sfortunato in occasione del primo gol. Nel complesso la sua prestazione non è certo negativa, con un paio di buoni interventi. Dal 56′ Dest 6,5 – Ingresso positivo dell’americano che crea spesso la superiorità numerica con buoni spunti.

Tomori 7 – Primo tempo complicato per l’inglese che è spesso fuori posizione. Male su Barak e Ikone. Nella ripresa cambia tutto, con un intervento da brividi, in scivolata, con cui salva sull’ex Lille. Nel finale è miracoloso quando intercetta sulla linea il tiro del francese, un gol praticamente fatto.

Hernandez 5,5 – Match al piccolo trotto per il francese che sembra avere la testa al Mondiale.

Bennacer 5,5 – E’ la prima partita in cui il centrocampista algerino non riesce a fare quello che sa. Ritmi più bassi del solito e meno qualità nel passaggio, ma nel finale è l’ultimo a mollare.

Tonali 5,5 – Non riesce a cambiare passo. Appare stanco, anche lui non è il solito. Dall’85’ Rebic s.v.

Diaz 6 – Un buono spunto in cui sfiora il gol. Nel primo tempo fa, però, non fa altro, faticando a trovare la posizione. Nella ripresa sembra entrare col giusto piglio ma dopo 10 minuti Pioli lo sostituisce. Dal 56′ Origi 6 – Il suo match si apre con due ottimi spunti, in cui il Milan riparte bene verso la porta.

Krunic 5 – Partita anonima per il bosniaco che non riesce a dare il suo apporto alla squadra, né in fase difensiva (non è un caso che Amrabat sia il migliore), né in quella difensiva. Dal 75′ Vranckx 6,5 – Ci mette il giusto piglio, ha voglia di giocare e di far capire quanto vale. Da un suo cross nasce la rete della vittoria.

Leao 6 – E’ lui a sbloccare il match dopo solo due minuti. Poi fa poco per il resto della partita. Torna ad accendersi nel finale, ma prova spesso la giocata in solitaria che fa arrabbiare tutti. Davvero irritante.

Giroud 6,5 – Il mondiale non lo distrae. Lotta su ogni pallone, da una sua sponda arriva il gol che sblocca il match. Ad inizio ripresa va vicinissimo alla rete personale.

All. Pioli 6 – Il suo Milan soffre come non aveva mai fatto prima a San Siro. Ha il coraggio di mettere le quattro punte e così la porta a casa.

FIORENTINA
Terracciano 5 – E’ decisivo come lo scorso campionato. Una sua uscita a vuoto spalanca le porte della vittoria al Milan.

Dodo 5,5 – Dura poco la partita del brasiliano. Un quarto d’ora comunque non facile per lui. Dal 17′ Venuti 6 – A fine primo tempo salva sulla linea, un gol già fatto ma nella ripresa va in difficoltà con le accelerazioni di Leao.

Milenkovic 4,5 – Si fa superare troppo facilmente da Leao dopo solo due minuti. Migliora con l’andare della partita ma nel finale è ancora protagonista, in negativo, della rete subita.

Igor 6 – Va in difficoltà con Olivier Giroud che lo anticipa come in occasione del primo gol di Leao. Decisamente meglio nella ripresa, che nei primi 45 minuti di gioco.

Biraghi 6 – Si spinge tanto in avanti e sfiora il gol con un grande tiro che si schianta sul palo. Dalla sua fascia, però, arriva il cross che porta il Milan avanti nel finale.

Amrabat 7 – E’ lui a guidare il pressing che fa soffrire il Milan. E’ aggressivo e bravo a gestire il pallone. Il migliore in campo.

Mandragora 5 – Ritmi bassi per l’ex Torino che non riesce a dare una mano alla squadra come dovrebbe.  Dal 66′ Duncan 5,5 – Fa un po’ meglio rispetto al compagno ma è il numero 34, stasera, a fare la differenza.

Ikone 6,5 – Mette in costante difficoltà la difesa dei rossoneri. Il gol non arriva per pochi centimetri per via di un salvataggio sulla linea di Tomori.

Barak 7 – Non avrebbe dovuto giocare ma il forfait durante il riscaldamento di Bonaventura, ha portato Italiano a scegliere lui. Mette subito in difficoltà in Milan, giocando bene spalle alla porta. E’ suo il gol del momentaneo pareggio. Dal 75′ Terzic s.v.

Saponara 5,5 – La voglia è tanta ma stavolta non riesce lo scherzetto ai rossoneri al numero otto, come successo spesso in passato. Dal 75′ Kouame s.v.

Cabral 5,5 – Partita di sacrificio per il numero nove di Italiano ma poco efficace sotto porta.Dal 66′ Jovic 5 – Sparisce tra le maglie rossonere. Si fa notare solamente per un cartellino giallo.

All. Italiano 6,5 – La sua Fiorentina avrebbe meritato un altro risultato. Fa la partita ma la fortuna non è dalla parte dei viola.

Sozza 6 – Un paio di episodi in cui interviene il VAR: il presunto contatto Ikone-Tomori e il secondo gol del. Le decisioni prese sembrano quelle corrette. La partita non è facile ma riesce a gestire bene anche i cartellini.

TABELLINO
MILAN-FIORENTINA 2-1

MILAN (4-2-3-1): Tătăruşanu; Kalulu, Thiaw, Tomori, Hernández; Bennacer, Tonali; Díaz, Krunić, Leão; Giroud. A disp.: Jungdal, Mirante; Ballo-Touré, Dest, Kjær; Adli, Bakayoko, Pobega, Vranckx; De Ketelaere, Origi, Rebić. All.: Pioli.

FIORENTINA (4-2-3-1): Terracciano; Dodô, Milenković, Igor, Biraghi; Amrabat, Mandragora; Ikoné, Bonaventura, Saponara; Cabral. A disp.: Cerofolini, Gollini; Martínez Quarta, Ranieri, Terzić, Venuti; Barak, Bianco, Duncan, Maleh; Jović, Kouamé. All.: Italiano.

Arbitro: Simone Sozza di Seregno.
GOL: 2′ Leao (M), 27′ Barak (F), 93′ autogol Milenkovic
AMMONITI: 21′ Brahim Diaz (M), 48′ Barak (F), 50′ Saponara (F), 63′ Mandragora (F), 76′ Jovic (F)
ESPULSI: