PAGELLE e TABELLINO Atalanta-Inter 2-3: Dzeko si carica la squadra, Palomino croce e delizia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:26

Inzaghi vince il primo scontro diretto della stagione, per Gasperini invece terzo ko consecutivo. I giudizi sui protagonisti del match andato in scena al ‘Gewiss Stadium’

Da Dzeko a Palomino: pagelle e tabellino Atalanta-Inter
Pagelle e tabellino Atalanta-Inter ©LaPresse

ATALANTA

Musso 5,5 – Dzeko è una volpe, lui un agnellino.

Palomino 4 – Toltagli la squalifica per doping, è alla prima da titolare in stagione ‘grazie’ all’infortunio di Toloi nel riscaldamento. Si perde Dzeko sull’1-1, complice l’astuta giocata di Lautaro e la mette dentro alla propria porta. Nel finale un po’ si riscatta segnando di testa il gol che riapre la gara.

Demiral 5,5 – Un paio di interventi decisi all’inizio, poi Lautaro sale di livello e la sua prestazione si abbassa. (Dal 68′ Okoli 6 – Buon approccio al match).

Scalvini 6 – Parte bene, poi fa il suo senza squilli stando stretto a Barella. Esce all’intervallo. (46′ Malinovskyi 5,5 – Gasperini ci ha puntato molto per vincere la partita, ma l’ucraino non trova mai la posizione giusta, mai il varco per far male).

Hateboer 6 – Deve tenere a bada Dimarco, e non solo… Se la cava.

Ederson 5 – Va sprazzi. Un po’ pigro.

Koopmeiners 6 – È il più temuto per i suoi inserimenti. Prezioso in fase di interdizione.

Maehle 5,5 – Corre e lotta quasi senza sosta ma gli manca la potenza del Gosens dei bei tempi. Quel killer di Dzeko lo anticipa sul 2-1.

Pasalic 5 – Qualità a intermittenza. A eccessiva intermittenza. (Dall’82 Boga s.v.)

Lookman 7 – Realizza il rigore dell’uno a zero con estrema freddezza. Benissimo quando c’è da attaccare, così e così quando c’è da difendere. Ci crede fino all’ultimo.

Zapata 6 – Quando ha la palla fra i piedi è sempre pericoloso. Nel secondo tempo è lasciato solo. (Dal 68′ Hojlund 6 – Si sbatte e un po’ apprensione riesce a crearla).

All. Gasperini 5 – La ‘mossa’ Malinovskyi, con il cambio di modulo, è un atto di coraggio per andare a vincere la partita. Il problema è che dà più forza all’Inter dhe all’Atalanta, scioltasi dopo l’1-2. Terza sconfitta consecutiva, la squadra sembra in una fase di confusione e involuzione anche se il carattere oggi non è mancato.

INTER

Onana 7 – Un paio di parate importanti nello sbandamento iniziale evitano il peggio. Difficile fare di più sul colpo di testa forte e ravvicinato di Palomino.

Skriniar 6 – Maehle e company li affronta con le cattive. Si fa infinocchiare da Palomino sugli sviluppi di calcio d’angolo.

De Vrij 5 – Ha troppa paura di Zapata e si vede. Il fallo da rigore sul colombiano è una sciocchezza vista la sua grande esperienza.

Bastoni 6,5 – Si fa subito male facendo temere il peggio, ma stringe i denti e resta in campo. (72′ Acerbi s.v.).

Dumfries 6,5 – Si sveglia nel secondo tempo, poi per un dolore al ginocchio è costretto a uscire. (72′ Bellanova s.v.).

Barella 6,5 – Non è ispirato, ma lotta su ogni pallone. Importante comunque nella rimonta.

Calhanoglu 7 – Dai suoi piedi parte il pallone del pari. Qualità costante, quasi ogni giocata pericolosa passa da lui.

Mkhitaryan 7 – Usa la testa prima delle gambe, collante perfetto con le punte. (Dal 79′ Brozovic s.v.).

Dimarco 7 – Cresce col passare dei minuti. Nella ripresa mette in mezzo all’area il pallone dell’1-3. Ormai non stupisce più. (Dal 79′ Gosens s.v.).

Lautaro Martinez 7 – Con una super giocata a metà campo innesca l’azione del vantaggio. Poi è protagonista sul tris finale, anche se i meriti sono tutti di Palomino. (Dall’83’ Correa s.v.).

Dzeko 8 – Si carica l’Inter sulle spalle come solo i campioni sanno fare. Leader tecnico, leader a tutto tondo. Uno come lui andrebbe clonato.

All. Inzaghi 7,5 – Riesce a incartare Gasperini e a vincere con carattere e astuzia la seconda partita consecutiva in rimonta, nonché il primo scontro diretto della stagione. Tre punti fondamentali, pure per il suo futuro, prima della pausa Mondiale.

Arbitro Chiffi 6 – Un paio di sviste e di cartellini gialli non tirati fuori ai danni dei bergamaschi. In generale non ha fatto danni, e questo è già tanto.

TABELLINO

ATALANTA-INTER 2-3
25′ rig.Lookman, 35′ e 55′ Dzeko, 62′ aut.Palomino, 77′ Palomino

ATALANTA (3-4-1-2): Musso; Palomino, Demiral (68′ Okoli), Scalvini; Hateboer, Ederson, Koopmeiners, Maehle; Pasalic (82′ Boga); Lookman, Zapata (68′ Hojlund). All.: Gasperini

INTER (3-5-2): Onana; Skriniar, de Vrij, Bastoni (72′ Acerbi); Dumfries (72′ Bellanova), Barella, Calhanoglu, Mkhitaryan (79′ Brozovic), Dimarco (79′ Gosens); Dzeko, Lautaro (83′ Correa). All.: Inzaghi

Arbitro: Chiffi di Padova
Ammoniti: de Vrij, Skriniar, Onana