Attacco senza freni dell’ex agente: “Milan ad un passo, che delusione”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:28

L’ex agente di Andrea Belotti esce allo scoperto sul rapporto con l’attaccante terminato in maniera negativa, svelando retroscena di mercato

L’impatto di Andrea Belotti nella Roma fino ad ora non è stato di certo determinante. L’attaccante che ha lasciato il Torino a parametro zero per approdare nella capitale fino ad ora non sta trovando molto spazio, rimanendo un passo indietro nelle gerarchie rispetto a Tammy Abraham e trovando solo due gol in Europa League al momento.

Lancini senza filtri su Belotti: "Milan ad un passo, che delusione"
Andrea Belotti, attaccante della Roma © LaPresse

Il suo ex agente, Sergio Lancini, torna a parlare del ‘Gallo’, delle scelte fatte in carriera e di come il loro rapporto non sia finito nel migliore dei modi. A ‘Tuttosport’ Lancini ha rivelato come Belotti sia stato in passato cercato da diversi top club: “Furono subito due anni straordinari al Torino. Andrea fece 26 gol che attirarono grandi club come Atletico Madrid, Chelsea e Milan, che fecero importanti avances”.

Lancini svela tutto su Belotti: “Che delusione, mi voltò le spalle”

Lancini senza filtri su Belotti: "Milan ad un passo, che delusione"
Andrea Belotti, attaccante della Roma © LaPresse

L’ex agente di Andrea Belotti nella sua intervista spiega che il Milan fu la squadra più vicina al ‘Gallo’: “Ancora non ho capito perché non si concretizzò. Quando gli mostrai le proposte mi chiese di rivedere i dettagli del nostro rapporto. Da quel momento mi voltò le spalle, ricevetti solo un messaggio tre mesi dopo in cui mi chiedeva di non parlare più a suo nome. Soltanto due mesi dopo venni a sapere che aveva rinnovato il contratto col Torino senza dirmi nulla. Per questo non mi stupisco che abbia lasciato il Torino senza salutarlo adeguatamente”.

Adesso Lancini avrebbe consigliato a Belotti un’altra strada rispetto alla Roma: “Presa la scelta di rimanere al Torino dopo le tante avances passato io gli avrei certamente suggerito di sposare la maglia granata fino al termine della carriera, diventando una bandiera”. Ora il rapporto tra i due si limita al tribunale: “Purtroppo è dal 2018 che parlano solo gli avvocati, non avevo mai ricevuto alcun compenso dal suo approdo al Torino e quindi mi sono dovuto rivolgere all’autorità giudiziaria”. Dunque il rapporto tra i due si è concluso nel peggiore dei modi. Chissà se con Lancini ancora suo agente la carriera di Belotti sarebbe andata diversamente. Questo purtroppo nessuno può saperlo.