Infortunio e scelte di Mancini: arriva lo sfogo di Zaniolo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:41

Nicolò Zaniolo invia un messaggio diretto, forte e chiaro a chi l’ha criticato ancora una volta nelle ultime ore. L’attaccante si concentra sul suo impegno in Nazionale

Nicolò Zaniolo è un punto di riferimento assoluto per José Mourinho e per la Roma. L’attaccante ha segnato il gol decisivo per i giallorossi nella magica e trionfale notte di Tirana che ha portato alla vittoria in Conference League ed è considerato uno dei migliori talenti nel suo ruolo in Serie A.

Infortunio e scelte di Mancini: arriva lo sfogo di Zaniolo
Nicolò Zaniolo ©LaPresse

La sua storia con la Nazionale italiana, però, è decisamente diversa. Roberto Mancini non l’ha mai veramente considerato un uomo indispensabile nelle sue scelte, anzi ha deciso di impostare il suo gioco e le sue certezze su altri calciatori. Sicuramente è anche colpa degli infortuni che hanno limitato non poco la continuità e anche la carriera di un talento, in tal senso, molto sfortunato. Però, la sensazione è che il feeling con Mancini non sia mai realmente sbocciato, per motivi comportamentali o forse solo per valutazioni tecniche. Vedremo se le prestazioni con la Roma faranno cambiare anche le idee dell’ex allenatore di Inter e Manchester City, ma intanto oggi Zaniolo si è tolto qualche sassolino dalle scarpe.

Zaniolo chiarisce: “Italia, non mi sono mai risparmiato”

Infortunio e scelte di Mancini: arriva lo sfogo di Zaniolo
Nicolò Zaniolo ©LaPresse

L’attaccante ha espresso il suo pensiero attraverso un lungo messaggio scritto nelle sue storie su Instagram, rispondendo a chi l’aveva accusato di risparmiarsi e di non essere disponibile per la Nazionale italiana: “In queste settimane ho dovuto fare i conti con un colpo subito a Verona e un conseguente ematoma che non mi ha permesso di essere al 100% della condizione. Nonostante ciò ho sempre cercato di stringere i denti e di mettermi a disposizione del mister e dei miei compagni di squadra. Nel frattempo mi è dispiaciuto leggere che non sarei disponibile per la Nazionale: come sempre rispetterò le scelte del ct Mancini, ma non ho mai pensato di risparmiarmi e di non rispondere a una eventuale chiamata“.