No alla Nazionale, salta il Mondiale: la scelta che fa discutere

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:12

Decisione scioccante, niente Mondiale: il giocatore rifiuta la chiamata della Nazionale e non giocherà in Qatar

Contro il Verona ha trovato il suo secondo gol in Serie A (il primo lo aveva segnato sempre ai veronesi la scorsa stagione). Domani contro il Sassuolo, Cristian Volpato potrebbe esordire da titolare in Serie A. Mourinho, complice anche l’infortunio di Pellegrini, starebbe pensando di dare fiducia al classe 2003, che, nonostante le poche partite da professionista fino ad ora disputate, ha già conquistato tanti.

Roma, Volpato rifiuta l'Australia
Mondiale Qatar ©LaPresse

Dai tifosi, che vedono in lui un promettente talento, a Francesco Totti, suo procuratore, fino appunto a José Mourinho. Ma Volpato avrebbe già conquistato anche Graham Arnold, ct dell’Australia, che ha provato fino all’ultimo a convincere il ragazzo a sposare i ‘Socceroos’ e sposare l’idea di giocare in Qatar con la nazionale australiana.

Mondiali, Volpato rifiuta la chiamata dell’Australia

Arnold aveva già inserito Volpato nell’elenco dei convocati, ma il ragazzo ha rifiutato la convocazione. Lo ha dichiarato lo stesso ct: “Ho parlato con Cristian molte volte, l’ultima ieri, quando gli ho comunicato che era presente nella lista dei convocati per il mondiale. Mi ha detto di volere aspettare, per parlare con le persone a lui vicino, che lo hanno accompagnato nella sua carriera. Ieri sera mi ha chiamato, declinando la convocazione e l’opportunità di giocare per l’Australia al mondiale”.

Roma, Volpato rifiuta l'Australia
Volpato ©LaPresse

Il ct ha ufficializzato oggi i 26 convocati per il Mondiale e nell’elenco Volpato non è presente. Due sono gli ‘italiani’, Hrustic del Verona e Karacic del Brescia. C’è da ricordare come Volpato, nato a Camperdown, vicino Sydney, sia sì cresciuto in Australia ma, dopo essere arrivato alla Roma nel gennaio 2020, ha scelto di rappresentare l’Italia sia nell’under-19 che in under-20. Il giocatore ha scelto quindi di tenere le porte aperte alla nazionale azzurra: una convocazione con la nazionale maggiore australiana e un eventuale esordio con i ‘Socceroos’ in una competizione ufficiale come il Mondiale, avrebbe infatti impedito al giocatore della Roma di indossare in futuro la maglia dell’Italia.