Leao via a gennaio, il piano che fa dire sì al Milan

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:28

Non si è ancora sbloccata la trattativa per il rinnovo di Leao ed allora il Milan è in allarme: l’affare può decollare a gennaio

Nel presente è una certezza, per il futuro è il dilemma che non fa dormire il Milan. Rafael Leao è l’uomo simbolo della squadra di Pioli.

Leao al Real Madrid, doppia contropartita
Leao © LaPresse

MVP dello scorso campionato, trascinatore anche in questa prima parte di stagione che vede i rossoneri agli ottavi di Champions e secondi in campionato.

Assoluto protagonista in campo, ma anche fuori con quel dubbio che sta agitando tutto il popolo rossonero. In scadenza di contratto nel 2024, ormai capace di attirare l’attenzione delle big europee, Leao non può restare al Milan senza rinnovare. La trattativa è partita, ma come raccontato da Calciomercato.it, la matassa è ancora tutta da sbrogliare. Questo perché di nodi da sciogliere ce ne sono diversi: dalla questione legata allo Sporting all’entità della clausola ora fissata a 150 milioni, arrivando ovviamente alle richieste economiche del calciatore. Richieste in linea con l’importanza avuta da Leao nel successo milanista, ma fuori dai limiti di budget del club. Serve uno sforzo anche perché di società pronte ad approfittarne ce ne sono diverse. Una è il Real Madrid che, stando a quanto riferito da ‘fichajes.net’, è pronto a far partire l’assalto già nel mercato di gennaio.

Calciomercato Milan, il Real all’assalto di Leao

Real su Leao: doppia contropartita
Leao © LaPresse

Florentino Perez non è certo presidente che bada a spese e sarebbe pronto a fare follie per portare Leao alla corte di Ancelotti. Per farlo da Madrid sono pronti a mettere sul piatto anche due calciatori: Eden Hazard e Marco Asensio. Due pedine che calzerebbero a pennello nello scacchiere tattico di Pioli, ma che non bastano a far cadere in tentazione il Milan.

La priorità dei rossoneri è rinnovare il contratto di Leao e farne il simbolo non solo del presente ma anche del futuro della squadra. Per questo una sua cessione, soprattutto a gennaio, sembra fuori da ogni logica, mentre in estate – senza rinnovo – una offerta milionaria potrebbe indurre qualche riflessione. Perché accada però c’è ancora tempo e durante questi mesi potrebbe arrivare anche la svolta sul rinnovo. Intanto arriva il no al Real: Leao via a gennaio non è ipotesi percorribile.