Faccia a faccia con Inzaghi: scossone Inter

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:17

C’è delusione in casa Inter dopo il ko rimediato in trasferta a Torino contro la Juventus. Inzaghi nel mirino della critica: c’è preoccupazione 

L’Inter sembrava aver preso definitivamente in mano le redini della propria stagione dopo gli ottimi risultati contro il Barcellona che avevano contribuito a far svoltare sia il percorso Champions che una possibilità risalita in campionato. Il risveglio è stato però particolarmente brusco per Simone Inzaghi e i suoi ragazzi, battuti nell’ultimo fine settimana dalla Juventus a Torino, facendo così riaffiorare i fantasmi del recente passato, ed evidenziando nuovamente le problematiche di una squadra ancora ko in uno scontro diretto.

Il club vuole una scossa: incubo Inter
Simone Inzaghi ©LaPresse

La compagine interista ha quindi raccolto la quinta sconfitta in appena 13 gare di Serie A col settimo posto ed una distanza di ben 11 punti dalla vetta che inevitabilmente non può far piacere anche alla dirigenza. Nessuno inoltre ha mai vinto uno scudetto con cinque ko nel girone d’andata, che in questo caso è peraltro ancora tutto da finire. Basterebbe questo dato, unito alle difficoltà negli scontri diretti, per sintetizzare questa prima parte di stagione interista in campionato.

Inter ko e tornano gli incubi: il club vuole una scossa

Il club vuole una scossa: incubo Inter
Simone Inzaghi, allenatore dell’Inter ©LaPresse

C’è dunque preoccupazione crescente in casa Inter per una squadra con un rendimento completamente deficitario in trasferta e distante dalla vetta, incapace di vincere scontri diretti in Serie A e troppo spesso fragile alle difficoltà. Le recenti parole di Marotta risuonano forti e chiare e fanno da monito e termometro di una insoddisfazione per una squadra che deve cambiare marcia non tanto in ottica scudetto, quanto almeno per una qualificazione Champions che è di vitale importanza per le casse del club.

L’edizione odierna de ‘La Gazzetta dello Sport’ descrive il senso di frustrazione e di preoccupazione della società, evidenziando come ci sia insoddisfazione palpabile sotto tutti i punti di vista e a tutti i livelli. Tale insoddisfazione inoltre porterà probabilmente oggi ad un colloquio tra la stessa dirigenza meneghina e Simone Inzaghi ad Appiano. In tal senso c’è voglia e necessità di dare una scossa forte per una situazione che senza cambiamenti rischia di divenire pericolosa. Oltre all’obiettivo minimo e scontato di arrivare in Champions, ci sarebbe anche un richiamo alle motivazioni, apparse differenti tra campionato ed Europa.