Cori Curva Nord nel derby e gestaccio Dzeko: la procura della Figc al lavoro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:12

Il gesto di Dzeko nel corso di Juventus-Inter e i cori in Curva Nord nel derby Roma-Lazio non sono passati affatto inosservati. Dossier al vaglio della Procura FIGC.

La tredicesima giornata di Serie A si è chiusa ufficialmente da non molte ore, ma gli strascichi del turno di campionato potrebbero sortire ancora delle conseguenze.

Cori Curva Nord nel derby e gestaccio Dzeko: la procura della Figc al lavoro
Curva Nord ©LaPresse

A calamitare l’attenzione mediatica sono stati indubbiamente i due big match: da una parte la stracittadina di Roma, che ha visto la Lazio imporsi a discapito dei giallorossi per effetto della rete siglata da Felipe Anderson, dall’altra il derby d’Italia, con la Juve che è riuscita ad avere la meglio dell’Inter con un rotondo 2-0. Le compagini di Allegri e Sarri sono riusciti a trovare tre punti importantissimi per le rispettive classifiche, che potrebbero ridisegnare in maniera importante i contorni delle loro stagioni. Le eliminazioni dalla Champions e dall’Europa League, del resto, sono ferite ancora aperte.

A fare rumore, però, sono stati anche e soprattutto episodi “extra-campo”, che hanno contribuito a gettare una patina oscura sullo spettacolo offerto, alimentando discussioni ed accesi dibattiti. I cori antisemiti intonati dalla Curva Nord non sono affatto passati sotto silenzio, così come il gesto di Edin Dzeko, che avrebbe indicato ai supporters della Juventus gli attributi.

Cori Curva Nord e gesto Dzeko nel dossier della procura FIGC

Cori Curva Nord nel derby e gestaccio Dzeko: la procura della Figc al lavoro
Edin Dzeko ©LaPresse

Come riferito da adnokros.com, il giudice sportivo di Serie A avrebbe chiesto un’istruttoria rapida alla Procura della Federcalcio sui cori antisemiti che in diverse occasioni la Curva Nord ha cantato in occasione del derby. Si tratta in sostanza di un’integrazione di indagine, con l’inchiesta federale che salvo clamorosi colpi di scena dovrebbe essere aperta domani in mattinata. Gli ispettori federali avrebbero dunque udito i cori scrivendo il referto, ma si voleva approfondire l’accaduto. Ma non basta.

Sempre secondo la fonte sopra menzionata, la Procura della FIGC avrebbe aperto un fascicolo sul gesto dell’attaccante bosniaco dell’Inter, che in un momento di nervosismo avrebbe mostrato gli attributi all’indirizzo della tifoseria della Juve. Da capire se ci saranno i presupposti per eventuali provvedimenti.

Cori Curva Nord, decisione Giudice Sportivo: nota ufficiale della Lazio

Cori Curva Nord nel derby e gestaccio Dzeko: la procura della Figc al lavoro
Curva Nord ©LaPresse

A stretto giro di posta è arrivata anche la nota ufficiale da parte della Lazio, che ha così “risposto” alla presa di posizione del Giudice Sportivo:

“La Società Sportiva Lazio ha sempre condannato con la massima fermezza ogni espressione di antisemitismo e di razzismo che si manifestano ormai nella quasi totalità delle partite e in tutti gli stadi d’Italia. Non fanno parte della nostra cultura e non rappresentano la nostra tifoseria. Lo abbiamo sempre dimostrato con i fatti, non solo con le parole, e continueremo a sostenerlo con forza.”

Il club biancoceleste ha anche spiegato il motivo per il quale i propri tesserati si sono recati sotto la curva: “Ci preme sottolineare che i nostri tesserati si sono recati sotto la curva al termine di Roma-Lazio per ringraziare i tifosi del sostegno e gioire per una vittoria meritata, non certo per legittimare eventuali cori di alcuni gruppi, neppure compresi e certamente non condivisi (…)”