HIGHLIGHTS | Sfatato il tabù Inzaghi: Allegri si prende il derby d’Italia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:40

Si chiude all’Allianz Stadium con Juventus-Inter la 13/a giornata di Serie A. La sfida di Torino si risolve nella ripresa: cronaca, tabellino e classifica aggiornata

Dopo il derby vinto nel tardo pomeriggio dalla Lazio di misura contro la Roma tutte le attenzioni si sono spostate su Juventus-Inter, gara di chiusura di questo intenso fine settimana di Serie A. Il derby d’Italia ha un sapore particolare vista la posizione di classifica sottotono di entrambe le contendenti, ma come sempre riserva colpi di scena e tanto di cui parlare. Il primo tempo scorre sui binari del pareggio con i nerazzurri maggiormente vogliosi di costruire ed in grado di accelerare creando pericoli in alcune situazioni isolate. Le migliori chance sono infatti di Dzeko e Dumfries che però da buona posizione sprecano.

Juventus-Inter, la cronaca del derby d'Italia
Juventus-Inter © LaPresse

Dopo un tiro di Calhanoglu al rientro dagli spogliatoi cambia l’inerzia del match grazie alla splendida cavalcata mancina di Kostic che mette in ritmo Rabiot per un destro di prima che batte Onana all’angolino, aprendo le marcature.

Juventus-Inter, Rabiot apre e Fagioli chiude: quarta vittoria di fila per i bianconeri

Il gol di Rabiot cambia il tono della sfida, con una Juventus caricata ed in grado di trovare anche un illusorio raddoppio prima dell’intervento del Var a rilevare il il fallo di mano di Danilo. Lautaro al 74′ spreca la chance del pari e la sfida rischia di chiudersi due minuti dopo con il solito Kostic a colpire il palo con annessa deviazione di Onana. Il sipario cala all’84 con il serbo a mettere in ritmo Fagioli in area per il raddoppio conclusivo. Di seguito gli highlights della partita.


Juventus-Inter 2-0, il tabellino

RETI: 52′ Rabiot, 84′ Fagioli

JUVENTUS (3-5-1-1): Szczesny; Danilo, Bremer, Alex Sandro; Cuadrado, Fagioli, Locatelli, Rabiot, Kostic; Miretti (80′ Di Maria); Milik (72′ Chiesa). All. Allegri. A disp. Pinsoglio, Perin, Gatti, Bonucci, Rugani, Soulé

INTER (3-5-2): Onana; Skriniar (81′ Darmian), De Vrij, Acerbi; Dumfries (81′ Bellanova), Barella, Calhanoglu (73′ Correa), Mkhitaryan (81′ Brozovic), Dimarco (73′ Gosens); Dzeko, Lautaro. All. Inzaghi. A disp. Handanovic, Cordaz, Gagliardini, Asllani, D’Ambrosio, Carboni, Bastoni

ARBITRO: Doveri

AMMONITI: 56′ Calhanoglu, 68′ Skriniar, 76′ Danilo

CLASSIFICA SERIE A:

Napoli 35, Milan 29, Atalanta e Lazio 27, Roma e Juventus 25, Inter24, Udinese 23, Torino 17, Salernitana 17, Bologna e Fiorentina 16, Sassuolo 15, Empoli 14, Monza 13, Spezia e Lecce 9, Sampdoria e Cremonese 6; Verona 5.