Juventus-Inter, risveglio amaro: il titolarissimo va in tribuna

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:01

Il destino di Juventus-Inter si trova a essere subito in bilico e sul filo del rasoio, perché uno dei suoi grandi protagonisti potrebbe non esserci

Stasera è una partita per tutti, ma non è affatto come le altre. A sfidarsi ci sono Juventus e Inter, l’ennesimo episodio di una delle rivalità più importanti e pesanti della storia del calcio e sicuramente d’Italia.

Juventus-Inter, risveglio amaro: il titolarissimo va in tribuna
Allegri ©LaPresse

Una partita che quest’anno vedrà l’assenza di diversi calciatori importanti per infortunio, da una parte e dell’altra. Il calendario fitto e pieno zeppo di impegni sicuramente non aiuta da questo punto di vista, ma l’Inter dovrà fare a meno di Romelu Lukaku, proprio quando sembrava recuperato. Ma se Sparta piange, Atene non ride, perché è scattato un nuovo allarme per Dusan Vlahovic. Negli ultimi giorni, c’era ottimismo circa la sua presenza al centro dell’attacco, ma poi ieri Massimiliano Allegri, in conferenza stampa, ha chiarito che c’era ancora da valutare le condizioni del bomber ex Fiorentina. Poi è arrivata la frenata: il serbo sta ancora soffrendo la pubalgia, da cui non ha ancora recuperato del tutto. Stamattina ci sarà il test decisivo, ma, secondo quanto riporta il ‘Corriere dello Sport’, è in ballo soltanto uno spezzone di partita, mentre la sua presenza da titolare sarebbe quasi impossibile. ‘TuttoSport’ è ancora più negativo: a causa dei dolori delle ultime ore, Allegri sarà costretto a non convocare Vlahovic e a spedirlo direttamente in tribuna.

Juve-Inter, Allegri vara l’attacco stile PSG

Nuovo allarme e Juve-Inter stravolta: "Fuori Vlahovic"
Vlahovic ©LaPresse

Con la pesante assenza di Vlahovic, la coperta di Allegri si accorcia ulteriormente in attacco. Facile pensare che il tecnico livornese torni al 3-5-1-1 o al 4-4-1-1 che abbiamo già visto contro il PSG. In tal caso, Arkadiusz Milik agirà al centro dell’attacco, vista anche l’assenza per infortunio di Moise Kean, e alle sue spalle ci sarà Fabio Miretti. Recupera, ma solo per la panchina, Angel Di Maria che potrebbe rivelarsi molto utile a gara in corso. Un protagonista in più per uno Juve-Inter che ne ha veramente persi tanti.