PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-SPEZIA 2-1: Provvidenza Giroud. Tonali, anima rossonera

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:55

Pagelle e tabellino del match di Serie A, valevole per la tredicesima giornata, tra i rossoneri e i liguri

Dopo un primo tempo dominato e chiuso solamente per 1 a 0, il Milan subisce il gol di Daniel Maldini e vede i fantasmi dello scorso anno.

pagelle Milan-Spezia
Oivier Giroud ©LaPresse

Lo Spezia, però, va ko per via di un fantastico gol di Olivier Giroud nel finale.

Ecco i voti:

MILAN
Tatarusanu 6 – Mette i brividi con un’uscita, in ritardo, fuori dall’area di rigore. Non sembra poter far nulla sul gol di Maldini. Nel finale è bravo nelle prese alte.

Kalulu 6 – Una sbavatura nel corso del primo tempo con cui mette in pericolo il Milan, poi la sua gara è ordinata.

Gabbia 6 – Partita attenta dell’italiano mai in difficoltà. Bada al sodo, spazzando il pallone in curva quando serve.

Tomori 6,5 – Gioca praticamente da braccetto mancino, coprendo perfettamente le spalle a Theo Hernandez. E’ tornato il difensore ammirato lo scorso anno.

Hernandez 7 – E’ suo il gol che sblocca il match. Dopo la fantastica prova contro il Salisburgo parte alla grande e trova la rete dell’uno a zero.

Bennacer 7 – Quantità e qualità a centrocampo. Per l’algerino un’altra prova totale, non si contano, ancora una volta, i palloni recuperati. Non fa più notizia la gestione, perfetta, del sfera. E’ suo l’assist per la rete di Theo Hernandez. Pioli lo sostituisce dopo un’ammonizione. Con Fabbri meglio non correre rischi. Dal 45′ Tonali 7 – E’ l’anima di questo Milan. Trova un grande gol, successivamente annullato per fallo di Tomori. La grinta non gli manca mai così come la qualità per servire l’assist per la rete di Giroud.

Krunic 6,5 – Dove lo metti sta. Anche da mediano il bosniaco dà una grande mano alla squadra, sia in fase offensiva (è sfortunato a colpire la traversa), che in fase difensiva.

Messias 5,5 – Dopo un primo tempo di buon livello, si rende protagonista in negativo sul pareggio firmato Daniel Maldini. Dal 71′ Rebic 5,5 – Ci mette il cuore e poco altro.

Diaz 6,5 – E’ imprendibile per lo Spezia. Sguscia da ogni parte, saltando sistematicamente l’avversario. Va vicino al gol di testa. Nel secondo tempo cala vistosamente. Dal 71′ De Ketelaere 6 – Entra in un momento complicato del match. Si impegna, inseguendo gli avversari e provando a tener palla per far salire la squadra. Va vicinissimo alla rete ma Caldara lo chiude con un mezzo miracolo.

Leao 6 – Un primo tempo al piccolo trotto, in cui però riesce a rendersi pericoloso, colpendo la traversa. Nella ripresa salta gli avversari con facilità ma sembra mancare sempre qualcosa. Dal 90′ Thiaw s.v.

Origi 6 – Tanta buona volontà per il belga che impegna Dragowski con un grande destro. Serve pure l’assist per la rete di Tonali, poi annullato. Dal 70′ Giroud 7 – Un super gol da bomber vero, che decide il match. Il voto sarebbe potuto essere ancora più alto ma un’espulsione così da lui non ce l’aspettiamo ma è perdonato.

All. Pioli 6,5 – Il suo Milan gioca bene, trova il vantaggio e sfiora il gol 4-5 volte. La partita però non la chiude e puntualmente arriva il pareggio che mette i brividi ai campioni d’Italia. Poi ci pensa il solito Giroud.

SPEZIA
Drągowski 7 – E’ davvero insuperabile. Non si contano gli interventi decisivi. Se lo Spezia è in partita fino alla fine è soprattutto merito suo.

Ampadu 5 – E’ il centrale che più di tutti va in difficoltà. Ha colpe evidenti in occasione del secondo gol.

Caldara 6 – Dopo un primo tempo complicato rialza la testa, con diversi buoni interventi. E’ super la chiusura su De Ketelaere.

Kiwior 5,5 – Buona prova complessivamente del centrale polacco ma pesa tanto l’errore in occasione del primo gol. Non si alza per il fuorigioco e così tiene in gioco Theo Hernandez.

Amian 5 – Una partita di sofferenza per il terzino di Gotti. Giocare sul lato forte del Milan non è per nulla facile. Dal 54′ Reca 5,5 – Non riesce a rendersi pericoloso. Dietro fa meglio del compagno.

Bourabia 5,5 – Non riesce a sostenere i ritmi del Milan, davvero troppo alti. Dal 68′ Ellertsson 5 – Fa una fatica enorme anche lui.

Ekdal 6 – Con la sua esperienza porta a casa la pagnotta. E’ il migliore dei suoi.

Agudelo 6 – E’ il giocatore che crea più problemi al Milan, con la sua agilità. Dal 68′ Hristov 5,5 – Non fa nulla per mettersi in mostra.

Holm 5 – Mai pericoloso in avanti, quando è spostato sulla destra va in affanno contro Leao.

Maldini 7 – Trova il gol nel suo stadio. Un gol che scrive la storia. Tiro perfetto a giro sul secondo palo, che lascia di sasso Tatarusanu. Dal 67′ Verde 5,5 – Un tiro debole da fuori e poco più.

Nzola 4,5 – Si fa notare solamente per il nervosismo finale. Non riesce mai a rendersi pericoloso.

All. Gotti 5 – La fortuna e un super Dragowski tengono in vita il suo Spezia ma il primo tempo poteva tranquillamente concludersi sotto di 4-5 gol.

Fabbri 5 – Non si dimostra all’altezza di un palcoscenico così importante, come quello di San Siro. La partita gli scappa di mano, con diverse scelte sbagliate.

TABELLINO
MILAN-SPEZIA 2-1

MILAN (4-2-3-1): Tătăruşanu; Kalulu, Gabbia, Tomori, Hernández; Bennacer, Krunić; Messias, Díaz, Leão; Origi. A disp.: Jungdal, Mirante; Ballo-Touré, Kjær, Thiaw; Adli, Bakayoko, Pobega, Tonali, Vranckx; De Ketelaere, Giroud, Rebić. All.: Pioli.

SPEZIA (3-5-2): Drągowski; Ampadu, Caldara, Kiwior; Holm, Bourabia, Ekdal, Agudelo, Amian; Maldini, Nzola. A disp.: Zoet, Zovko; Ferrer, Hristov; Beck, Ellertsson, Nguiamba, Reca, Sala, Sher; Sanca, Strelec, Verde. All.: Gotti.

Arbitro: Michael Fabbri di Ravenna.
Ammoniti: 40′ Bennacer (M), 63′ Messias (M), 80′ Giroud, Nzola e Theo Hernandez, 88′ Caldara (S), 92′ Tonali (M)
Espulsi: 90′ Giroud (M)
GOL: 21′ Theo Hernandez (m), 60′ Maldini (S), 90′ Giroud