Garnacho, la stellina dello United che ha coronato il sogno d giocare con Ronaldo e Messi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:21

Autore del gol vittoria di giovedì contro la Real Sociedad, Garnacho ha esultato come il suo idolo CR7 in terra spagnola

Il sogno di giocare con Cristiano Ronaldo e Lionel Messi a 18 anni è qualcosa che magari puoi solo immaginare per scoprirti ad averlo tenuto nel cassetto senza riuscire a realizzarlo. Non è il caso di Alejandro Garnacho, che invece ci è riuscito. Beh, non si pensi che quel sogno sia stato tanto perfetto da mettere insieme CR7 e la Pulce con la stessa maglia: quello non è riuscito al Psg, a questo punto diventa difficile che accada e se è successo è stato solo attraverso la trovata del canale youtube “Community Editor”, che ha mescolato in un video le migliori immagini delle due star del Terzo Millennio. Garnacho si è “accontentato” di vestire la maglia dello United insieme ad uno e quella dell’Argentina con l’altro, quando il ct Scaloni ha convocato lui e altri ragazzi con il doppio passaporto.

La favola di Garnacho tra Ronaldo e Messi
Garnacho ©LaPresse

Per Alejandro la chiamata dell’Albiceleste è stata una piacevolissima sorpresa di cui si è dichiarato orgoglioso (lui che è nato a Madrid e aveva vestito la maglia delle giovanili nazionali spagnole in più di una occasione) soprattutto, ma non solo, per la mamma che ha quelle origini. E così, in pochi mesi, il ragazzo ha potuto raccontare di aver visto da vicino due campioni assoluti, realizzando il desiderio irrealizzabile di tanti suoi coetanei. Con Ronaldo c’è una assiduità differente: giocano insieme nello stesso club, il Manchester United, dove Alejandro è arrivato nel 2020 dall’Atletico Madrid, il club che lo aveva cresciuto bambino. E CR7 per Garnacho è davvero l’idolo incontrastato: figurarsi come può essersi sentito giovedì, quando nel match di Europa League valevole per il primo posto del girone con la Real Sociedad, si è trovato il pallone servito da un assist del suo eroe, Cristiano, e ha segnato il suo primo gol con i Red Devils, peraltro pesantissimo.

La favola di Garnacho, il ragazzo che esulta come CR7

La favola di Garnacho, il ragazzo che esulta come Cristiano Ronaldo
Garnacho e Cristiano Ronaldo ©LaPresse

Con tanto di siparietto finale, la richiesta a Ronaldo di poter esultare come lui, mani sul petto e occhi chiusi stile “meditazione”. E, come risposta, un sorriso e una carezza di assenso. Di gol nelle giovanili dello United Garnacho ne aveva segnati tanti. E tantissimi molto belli, tra discese ubriacanti a seminare avversari e mezze rovesciate in Youth League. Ma quello di giovedì l’aletta lanciata da ten Hag non se lo scorderà davvero mai: sventagliata a sinistra di Cristiano, corsa pazza verso la porta e sassata di mancino. Sì, nel calcio i sogni si avverano.