Tegola UFFICIALE: ginocchio ko a poche ore dal match

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:23

Ogni infortunio arrivato a questo punto della stagione rischia di pesare irrimediabilmente sul Mondiale. Nuovo ko e tegola a sinistra per la nazionale inglese che perde pezzi così come il Chelsea in vista delle prossime sfide

Il Mondiale è ormai alle porte e le compagini di tutta Europa sono impegnate con le ultime importanti partite prima della sosta che spaccherà in due tronconi la stagione. Ogni infortunio in questa delicatissima fase può avere un peso specifico molto importante sulla composizione delle rose in vista della rassegna planetaria. Lo sanno benissimo società e calciatori che fanno i conti con ogni minima problematica.

Chilwell ko: salta il Mondiale
Chilwell Tonali ©AnsaFoto

È il caso del Chelsea che domani alle ore 13 affronterà l’Arsenal in un pesantissimo derby di Londra e dovrà farlo senza Ben Chilwell, terzino sinistro inglese che ha rimediato un infortunio al tendine del ginocchio nel corso della partita contro la Dinamo Zagabria in Champions League. “Dobbiamo lasciare che il gonfiore si attenui, da qui il ritardo con gli accertamenti”, aveva detto lo stesso Potter in conferenza stampa, ma proprio oggi non sono arrivate buone notizie per il Chelsea ma soprattutto per la nazionale.

Tegola per il Chelsea e per la nazionale inglese: UFFICIALE, Chilwell salta il Mondiale

Chilwell ko: salta il Mondiale
Chilwell © LaPresse

Nella giornata odierna è arrivato un comunicato ufficiale da parte del Chelsea che di fatto condanna Chilwell a saltare non solo la gara contro l’Arsenal, ma anche e soprattutto il Mondiale con l’Inghilterra.

Dalla nota dei ‘Blues’ si apprende: “Dopo l’infortunio subito nella nostra recente partita contro la Dinamo Zagabria, Ben si è sottoposto a un’ecografia al tendine del ginocchio. I risultati mostrano che Ben ha subito un grave infortunio e purtroppo il difensore salterà la Coppa del Mondo. Ben ora inizierà un programma di riabilitazione con il dipartimento medico del club”.

Brutta botta quindi per i londinesi proprio a poche ore da un match molto importante per la classifica, ma anche per la selezione britannica che dovrà quindi rinunciare al mancino di Milton Keynes.