Allarme Sottil: “Nessuna ossessione. Su Udogie…”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:21

Udinese-Lecce finisce 1-1, le parole di Andrea Sottil alla fine della partita, anche sulle condizioni di Udogie

Un Andrea Sottil soddisfatto parzialmente quello che si presenta ai microfoni di ‘Sky Sport’ al termine della sfida pareggiata contro il Lecce. L’Udinese, per la quinta giornata consecutiva, non riesce a vincere, ma il tecnico bianconero non ne fa un dramma.

Udinese-Lecce, parla Sottil
Sottil a Sky Sport

SULLA GARA – “Una partita divisa in due, loro hanno preso due legni nel primo tempo, ma abbiamo difeso bene. Sul loro gol avevamo palla noi, siamo stati sfortunati sul rimpallo. Nel primo tempo siamo stati poco precisi e non molto reattivi, ma eravamo in partita. La squadra poi secondo me ha mostrato coraggio e personalità. Il secondo tempo è stato tutto in crescendo, abbiamo avuto i palloni per vincerla, ma in questo momento questi episodi non sono in favore nostro, ma mi è piaciuto lo spirito, l’ordine mantenuto con le tre punte in campo, tutti si sono sacrificati. Peccato, ma in questo momento sono tutte battaglie. Non sta arrivando la vittoria, ma sono contento di quello che ho visto nel secondo tempo. L’ingresso di Success ci ha fatto essere più presenti nella loro metà campo e fatto avere un predominio importante, peccato non aver vinto”.

SUCCESS E BETO INSIEME – “Un bel grattacapo, è una coppia complementare, per caratteristiche si completano bene. In diverse occasioni anche lo scorso anno hanno giocato insieme, oggi han lavorato bene con Deulofeu che ruotava alle loro spalle. E’ una soluzione, ma non bisogna perdere gli equilibri in questa categoria. Ho deciso di lasciare le tre punte fino quasi alla fine perché eravamo in controllo nella ripresa, questa però è una soluzione”.

VITTORIA CHE NON ARRIVA – “Questa squadra è partita in maniera formidabile. I punti son stati distribuiti in maniera non equa. Questi pareggi possono apparire negativi, ma non è così. Io devo vedere le prestazioni, ogni volta che abbiamo pareggiato abbiamo avuto occasioni clamorose dentro l’area, dalla Lazio alla Cremonese, anche col Torino. Oggi abbiamo difeso bene, senza concedere molto. Non posso imputare niente ai miei. Lavorano duro in settimana, hanno fame di gol, ma in questo momento la palla a volte non va dentro, ma non posso dire che i ragazzi non hanno fame e non sono precisi. Io sono sempre contento quando c’è gioco e carattere, negli ultimi metri bisogna avere la lucidità mentale. Non deve mai subentrare l’ossessione della vittoria, non dobbiamo essere ossessionati dal fatto che dobbiamo far gol in ogni azione. La squadra sta facendo un grande percorso”.

UDOGIE – “Lui è un po’ di settimane, come tanti calciatori, che è alle prese con un fastidio muscolare che è peggiorato. Sarà valutato in modo approfondito questa settimana, vediamo se riusciamo a recuperarlo per lo Spezia“.

EUROPA – “Nello spogliatoio parliamo di giocarci ogni gara per essere sempre più competitivi. Centrare un obiettivo così prestigioso è nella testa di tutti, tutti lo sogniamo. Sognare è lecito, ma rimaniamo coi piedi per terra”.