Roma, Mourinho infiamma il derby: frecciata a Tare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:01

La Roma conquista i sedicesimi di Europa League e José Mourinho in conferenza stampa non risparmia la Lazio in vista del derby

Il cammino della Roma in Europa League continua. I giallorossi vincono 3-1 in rimonta contro il Ludogorets e conquistano l’accesso ai sedicesimi di finale della competizione. Rimonta maturata nel secondo tempo, dopo che all’intervallo il gol di Rick aveva portato avanti gli ospiti.

José Mourinho, allenatore della Roma © LaPresse

Il tecnico della Roma, José Mourinho, in conferenza stampa ha così analizzato la partita: “Prima di tutto serviva fare gol nel primo tempo. L’importante è quello che abbiamo fatto nel secondo tempo prendendo rischi, i giocatori hanno avuto il coraggio di farlo. Dopo il 2-1 non mi siamo piaciuti, abbiamo avuto difficoltà, ma erano le conseguenze dei cambi per vincere. Avevo ancora un cambio e ho tolto Volpato per Bove per dare equilibrio ancora. Lo so che Dybala è un giocatore importante per noi, nella gestione dei ritmi, non perde palla. Non dobbiamo piangere per un giocatore che non abbiamo. Alla fine non abbiamo fatto niente di straordinario, abbiamo finito il girone da secondi, però abbiamo accettato una situazione di grande rischio”. Poi arriva la frecciata a Igli Tare che infiamma il derby di domenica.

Roma, Mourinho commenta la retrocessione in Conference della Lazio: “Tare non lo vorrà”

Roma, Mourinho infiamma il derby: frecciata a Tare
José Mourinho, allenatore della Roma © LaPresse

Se da una parte la Roma è riuscita a vincere e conquistare l’accesso ai sedicesimi di Europa League, dall’altra sponda della capitale la Lazio perde contro il Feyenoord e retrocede in Conference League. Nella conferenza stampa post partita il tecnico della Roma, José Mourinho, non si fa sfuggire l’occasione per una frecciatina in vista del derby:

“Penso che la Lazio diventa la favorita per la Conference, non sto facendo umorismo, lo dico con onestà. Il West Ham è come l’anno scorso il Leicester. Fiorentina, Lazio, chi più? Il Villareal è molto diverso dall’anno scorso. Per me la Lazio diventa la favorita. Hanno l’allenatore, il giocatore, la squadra per farlo. Il problema è che magari il signor Tare non vorrà che lo facciano, ma per me per la qualità che hanno sono i favoriti”. Dunque una stoccata al direttore sportivo biancoceleste che accende il derby a tre giorni dal tanto atteso scontro in campionato.