PAGELLE e TABELLINO Bayern-Inter 2-0: Choupo-Moting sovrasta de Vrij, Dzeko da applausi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:56

Voti e giudizi ai protagonisti della sfida andata in scena all’Allianz Arena e valevole per l’ultima giornata della fase a gironi di Champions League

Pagelle e tabellino Bayern-Inter
Bayern-Inter 2-0 ©LaPresse

BAYERN MONACO

Ulreich 6,5 – Nel primo tempo solo Barella gli sporca i guanti con una conclusione da fuori. Nel secondo l’unica parata, anzi paratona è su Dzeko.

Mazraoui 6 – Spinge il giusto. Un po’ leggero e impreciso quando si tratta di difendere. (Dal 66′ Musiala 6,5 – Entra mostrando subito il suo enorme talento)

Pavard 7,5 – In difesa sa fare tutto e vede la porta come un centrocampista. Stasera già il quarto gol stagionale.

Upamecano 6 – Diligente e fortunato a giocare nel Bayern. (Dal 46′ Davies 6,5 – Con lui a sinistra non c’è partita. E gioca solo a sprazzi…)

Stanisic 5,5 – Superabile senza troppe difficoltà ogni volta che viene puntato. Davies, al confronto, è un alieno.

Kimmich 7 – È il Barella dei bavaresi. Cuore e polmoni, un po’ ovunque a far legna.

Sabitzer 6,5 – Apprezzabile la voglia e l’intensità che ci mette. Calcia tanto ma la mira è sempre sbagliata. Era diffidato, salterà gli ottavi.

Coman 6 – L’asse mancina nerazzurra è poca roba e per questo avrebbe potuto fare di più. Compitino per l’ex Juve. (Dal 76′ Wanner s.v.)

Gravenberch 5,5 – Messo fuori ruolo, a dar fastidio ad Asllani. Esperimento riuscito in parte.

Mane 5,5 – Tanto fumo ma poco arrosto per un campione come lui. Alla fine l’unica cosa degna di nota è la deviazione col braccio della bombetta di Barella. (Dal 66′ Gnabry 6 – Tiene bene la fascia)

Choupo-Moting 7,5 – Lega il gioco e fa salire la squadra. Pimpante sul piano atletico e sotto l’aspetto psicologico, prima di uscire spara un missile all’incrocio imparabile per l’amico e compagno in Nazionale Onana. (Dal 73′ Tel s.v.)

All. Nagelsmann 7 – Va agli ottavi vincendo tutte le sei gare del girone. What else? Con la rosa che ha può fare quello che vuole. Da sistemare un po’ l’equilibrio difensivo, ma è senza dubbio una delle favorite alla vittoria finale.

INTER

Onana 6,5 – Gioca con sprezzo del pericolo non trovando sempre le risposte giuste dai suoi compagni.

Darmian 6 – Nei limiti, suoi in un ruolo che è comunque una forzatura, fa il possibile.

De Vrij 5 – Croce e delizia della difesa. Più delizia, in realtà. Con Choupo-Moting non fa una bellissima figura. (Dal 76′ Skriniar s.v.)

Acerbi 6,5 – Il migliore del terzetto arretrato. Segna anche, ma è in offside.

Bellanova 6 – Alla prima da titolare con l’Inter. Dopo un avvio complicato, anche a causa del campo troppo bagnato, gioca con discreto coraggio puntando quando può il diretto avversario. Un po’ grezzo, ma i mezzi sembrano esserci.

Barella 6 – Vicino al gol nei primi minuti, è stato bravo a gestire la foga. Del resto la gara di domenica sarà ben più importante. (Dal 60′ Makhitaryan 6 – Sgambata in vista della Juve).

Asllani 5,5 – Un po’ oscurato dalla fisicità di Gravenberch e dalla pressione spesso feroce del Bayern. A questi livelli serve però maggiore personalità e spessore. Non si è notata grossa fiducia in lui da parte dei suoi compagni.

Gagliardini 6 – Il 26 agosto con la Lazio l’ultima da titolare. Nonostante tutto, inclusa una condizione fisica non ottimale, possiamo dire che ha avuto serate peggiori. (Dal 60′ Calhanoglu 6 – Con lui migliora ovviamente la fluidità di gioco).

Gosens 6 – Non sai mai che aspettarti da lui. Assist a Lautaro, non sfruttato dall’argentino, poi qualche leggerezza di troppo a livello difensivo.

Correa 5 – Non sfrutta l’occasione. A volte dà l’impressione di marcarsi da solo. (Dal 76′ Carboni s.v.)

Lautaro Martinez 5 – Si divora un gol incredibile, per fortuna l’Inter è già qualificata e pesa zero. In generale troppa imprecisione, si perde Pavard sull’1-0. Con la Juve servirà il ‘vero’ Lautaro. (Dal 60′ Dzeko 7 – Ha voglia di incidere. All’ultimo avrebbe meritato il gol).

All. Inzaghi 6,5 – Nonostante l’ampio turnover, l’Inter fa la sua degna figura in casa di una delle migliori squadre al mondo che in Champions non perde in casa da quasi un decennio. Inzaghi ha riacquisito il comando della situazione e ora spera di avere un sorteggio benevolo agli ottavi dopo aver affrontato e superato alla grane il girone più duro. Lunedì il verdetto, dopo quello di Torino in campionato.

Arbitro: Kruzliak 7 – Al Var guarda e riguarda l’azione Barella-Mane, parlando con i varisti. Decisione difficilissima, ma probabilmente ha preso quella giusta.

TABELLINO

BAYERN-INTER 2-0
31′ Pavard, 71′ Choupo-Moting

BAYERN MONACO (4-2-3-1): Ulreich; Mazraoui (66′ Musiala), Pavard, Upamecano (46′ Davies), Stanisic; Kimmich, Sabitzer; Coman (76′ Wanner), Gravenberch, Mané (66′ Gnabry); Choupo-Moting (73′ Tel). All.: Nagelsmann

INTER (3-5-2): Onana; Darmian, de Vrij (76′ Skriniar), Acerbi; Bellanova, Barella (60′ Mkhitaryan), Asllani, Gagliardini (60′ Calhanoglu), Gosens; Correa (76′ Carboni), Lautaro Martinez (60′ Dzeko). All.: Inzaghi

Arbitro: Kruzliak (SLO)
Ammoniti: Sabitzer, Gosens, Kimmich