Verona-Roma, Mourinho senza filtri: frecciata a Sarri verso il derby

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:14

La Roma vince in casa del Verona con due gol nel finale di gara e José Mourinho nel post partita non si risparmia una frecciata a Sarri

Una partita sofferta in casa del Verona, tenuta in bilico fino all’ultimo, ma la Roma è stata brava a crederci fino in fondo e vincere 1-3 portando a casa tre punti fondamentali per la stagione e in vista del derby di domenica prossima contro la Lazio. Un gol e un assist del baby Volpato hanno regalato la vittoria alla squadra capitolina.

Verona-Roma, Mourinho senza filtri: frecciata a Sarri verso il derby
José Mourinho, allenatore della Roma

José Mourinho ai microfoni di ‘Dazn’ nel post partita spiega: “Ho un sentimento di appoggio verso il Verona, hanno lottato tanto per uscire con un punto. L’allenatore è giovane, bravo, ha organizzato bene la squadra in dieci, ci ha creato tante difficoltà anche con un uomo in più. È normale che sono contento della mia vittoria, lasciamo l’ipocrisia a casa. Però mi dispiace per i giocatori, l’allenatore, i tifosi. Abbiamo cercato di fare tutto per vincere. Spesso esco dallo stadio con la sensazione che potevamo fare di più, oggi no, ho fatto il possibile. Ho cambiato sistema, ho creduto nel talento di questo bambino, nei suoi gol. Ho creduto che Matic facesse la differenza, perché una cosa è costruire coi centrali e un’altra con lui. Quando vinci con due gol al novantesimo si può parlare di fortuna, ma l’abbiamo cercata tanto”.

Verona-Roma, Mourinho accende già il derby e lancia una frecciata a Sarri: “Non finisce bene”

Verona-Roma, Mourinho senza filtri: frecciata a Sarri verso il derby
José Mourinho, allenatore della Roma ©LaPresse

La Roma vince e scavalca la Lazio in classifica proprio nella settimana che porterà al derby di domenica prossima. Il tecnico giallorosso José Mourinho lancia una stoccata a Maurizio Sarri ai microfoni di ‘Dazn’ affermando: “Non mi interessa il derby. Mi interessa solo la partita successiva. Quando un allenatore pensa a una partita e non alla prossima, di solito non finisce bene. Ho avuto anche esperienze così. Poi quando fai l’errore è difficile conviverci. Difficile dire la colpa è mia, a volte inizi a sparare perché l’attenzione vada in un altro lato. Mi rifiuto di parlare della partita di campionato, se un giocatore lo fa sbaglia”.

Accende dunque già il derby José Mourinho ed esalta anche Zaniolo, che oggi è riuscito a sbloccarsi col gol dell’1-1 affermando: “Il suo atteggiamento, la sua voglia di aiutare la squadra, il suo senso di squadra, io non sono mai arrabbiato se Nico non fa un gol o due gol da tanto, dà tutto quello ha, obbliga gli avversari a fare tanti falli, a volte va oltre l’aggressività giusta. Sono sempre contento con lui”. Infine su Volpato, giovane protagonista del match, spiega: ” C’è un processo. Una cosa è un giocatore che si allena solo con la Primavera e una cosa è uno che ogni tanto viene a mangiare nell’allenamento della prima squadra. Processo di Bove lo scorso anno, processo di Volpato quest’anno che ad agosto è diventato un giocatore della prima squadra, ha firmato il suo primo contratto. già un giocatore da prima squadra, quando l’ho messo sapevo di non fare pazzie ma che aveva il potenziale giusto”. Una settimana fondamentale quella appena iniziata dove vedremo se i giovani continueranno a essere l’arma in più dello Special One.