TV PLAY | L’agente di Fagioli avvisa la Juve: “E’ già successo in passato”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:13

Il centrocampista classe 2001 ha segnato lo splendido gol che ha deciso l’incontro dell’ultimo turno contro il Lecce

Potrebbe trovare decisamente più spazio da qui in avanti con la maglia della Juventus il giovane Nicolò Fagioli. Il centrocampista bianconero in questo campionato ha collezionato solamente 84′, ma l’atteggiamento mostrato a Lecce impreziosito dalla rete dei tre punti potrebbe cambiare il suo destino.

Calciomercato Juve, l'agente di Fagioli: "Spero rimanga"
Andrea D’Amico in collegamento su TV Play

A tal proposito, in diretta su Calciomercato.it in onda su TV Play, il suo agente Andrea D’Amico ha commentato il gesto tecnico realizzato dal ragazzo al Via del Mare: Un momento importante per lui perché sono quei momenti che ricordi per tutta la carriera, il primo gol non si scorda mai, soprattutto se consente la vittoria in una gara difficile. Una gioia importante perché fino ad allora era stato impiegato poco, è stato un gol liberatorio e che ha portato tre punti alla Juventus, che è la cosa che conta. Il gesto tecnico è una genialata”.

In merito al ruolo in campo di Fagioli, il noto procuratore ha ribadito: “Mi sembra un argomento decontestualizzato dalla situazione e dal momento, non c’è un’analisi o addirittura un’anamnesi sul ruolo e tutto. Dipende dall’allenatore, dalla squadra, sa giocare in tante posizioni. Come successo per tanti calciatori del passato, possiamo ricordare Pirlo che ha cominciato un ruolo al Brescia, poi lo ha continuato all’Inter, per poi cambiarlo al Milan. In questo momento è un discorso che conta zero, quello che conta è fare i complimenti anche alla Juventus che ha saputo lavorare bene con il settore giovanile e poi questi giovani hanno fatto bene, hanno qualità”.

Calciomercato Juve, l’agente di Fagioli: “Spero rimanga”

Calciomercato Juve, l'agente di Fagioli: "Spero rimanga"
Nicolò Fagioli ©LaPresse

I TECNICI ITALIANI NON USANO I GIOVANI – “In generale ho sentito le parole di Costacurta, che ne ha vissute tante e che ha detto che Fagioli al Barcellona sarebbe già titolare da tempo. Siamo legati allo stereotipo che solo i giocatori esperti ti portino risultati, se voi vi ricordate però abbiamo vinto il Mondiale dell’’82 con Bergomi per esempio che era ancora giovane. Bisogna guardare le caratteristiche tecniche del giocatore non solo fisiche, spesso ci si ferma a quanto è alto o quanto è strutturato fisicamente”.

A GENNAIO ANCORA ALLA JUVENTUS – “Io lo spero, penso che per la fiducia dimostrata dalla fiducia della società tutto lui possa avere la possibilità di dimostrare il suo valore. Quando è entrato ha dimostrato il suo talento, poi è chiaro che un giovane più gioca più migliora. In questo momento in cui la Juventus ha diversi problemi di assenze e infortuni lui può continuare a migliorare e giocare. Ricordo che ai tempi di Del Piero per dargli spazio fu lasciato andare un certo Roberto Baggio”.

VALORIZZARE I GIOVANI – “Parlano sempre i fatti, se metti in campo uno e fa bene secondo me va valutata la prestazione a prescindere dall’età. Se è un patrimonio della società è anche una valorizzazione patrimoniale. Ricordo che quando la Juventus andò in Serie B investì in giocatori giovani poi diventati importanti come Giovinco e Marchisio. Io ho fiducia in Allegri e spero possa dare a Fagioli più spazio possibile compatibilmente con le necessità della squadra”.