Doppio affare Milan: firmano per gennaio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:40

Il Milan si prepara a mettere nero su bianco un doppio accordo fondamentale: le firme entro la fine dell’anno

Dopo la vittoria dello scudetto, a maggio, il Milan era atteso da una stagione significativa e dalle sfide complesse. Per confermarsi, in Italia, cosa mai facile, e per fare meglio in Europa rispetto all’annata scorsa, in cui il ritorno in Champions League era stato bagnato con un girone concluso probabilmente al di sotto delle aspettative anche se come un’esperienza importante.

Doppio affare Milan: firmano per gennaio
Paolo Maldini © LaPresse

Al momento, la situazione sorride ai rossoneri. In campionato, è vero, c’è qualcun altro in vetta, ossia il lanciatissimo Napoli di Luciano Spalletti. Ma il Milan segue a ruota, a soli tre punti di distanza, e nonostante le numerose assenze ha vinto sei delle ultime sette gare, perdendo soltanto lo scontro diretto con gli azzurri. In Champions, il doppio ko con il Chelsea, che aveva generato qualche preoccupazione viste anche le proporzioni, è stato riscattato da una grande prova con la Dinamo Zagabria, che oltretutto fornisce ai rossoneri il match point per la qualificazione agli ottavi di finale. Basterà un pareggio, mercoledì sera, contro il Salisburgo per accedere alla fase ad eliminazione diretta. Uno scenario, insomma, più che positivo, che il Diavolo ha l’obbligo di massimizzare da qui alla pausa, raccogliendo più punti possibile in campionato sfruttando un calendario migliore rispetto alle dirette concorrenti e centrando l’agognato passaggio del turno europeo. Per lanciarsi verso una seconda parte di stagione ancora da protagonisti, con il 2022 che, anche a livello di mercato, potrebbe concludersi in maniera ideale, con una attesissima doppia firma.

Milan, Pioli e Giroud verso la conferma a furor di popolo

Doppio affare Milan: firmano per gennaio
Stefano Pioli e Olivier Giroud © LaPresse

Stando alla ‘Gazzetta dello Sport’, si va a grandi passi verso il rinnovo di Stefano Pioli e Olivier Giroud. L’allenatore, arrivato tre anni fa in un clima di scetticismo, è stato uno dei principali artefici della rinascita milanista. E il mese prossimo, quando il campionato si fermerà, dovrebbe essere chiamato in sede per l’esercizio dell’opzione di rinnovo esistente sul contratto fino a giugno 2024. Un altro anno di contratto anche per il bomber francese, decisivo come carisma nello spogliatoio e in campo e con gol pesanti. Per l’attaccante, il rinnovo si farà al rientro dal Mondiale in Qatar dove sarà ancora protagonista con la sua nazionale.