Abraham ritorna al goal e la Roma riprende a correre: HJK battuto 1-2

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:57

I giallorossi si impongono 1-2 contro l’HJK al termine di una gara che ha visto la Roma avere il controllo delle operazioni in lungo e in largo.

Dopo il KO casalingo contro il Napoli, la Roma voleva immediatamente voltare pagina, per lanciare immediatamente un messaggio alle avversarie del proprio girone di Europa League. Detto, fatto. Ad Helsinki, i giallorossi si impongono per 1-2, grazie alle reti messe a segno da Abraham ed El Shaarawy.

Tammy Abraham, Esultanza Roma ©LaPresse

Il risultato non manifesta in maniera tangibile la superiorità tecnica e qualitativa degli uomini di Mourinho, che hanno avuto in mano il pallino del gioco, creando i presupposti per diverse occasioni pericolose già prima di passare in vantaggio con Tammy Abraham. Il bomber inglese è ritornato al goal, imprimendo il suo sigillo con un colpo di testa precisissimo su un’altra pennellata di Lorenzo Pellegrini. Il numero 9 giallorosso è apparso sin da subito al centro della manovra, rivitalizzato dagli attestati di stima ricevuti negli ultimi giorni. La Roma crea, ma sbaglia molto: Vina manda a lato da pochi passi, Abraham non riesce a graffiare di nuovo.

HJK-Roma, la decide un tiro deviato di El Shaarawy

Tammy Abraham ©LaPresse

Come spesso sta accadendo in questo scorcio di stagione, la Roma capitola al primo tiro nello specchio della porta subito: Hetemaj beffa Rui Patricio con una conclusione deviata. Chi di spada ferisce, di spada perisce però, con i giallorossi che si riportano in vantaggio in circostanze analoghe: El Shaarawy pesca l’angolo con un tiro dal limite dell’area di rigore che deviato, si insacca imparabilmente alle spalle di Hazard. Abraham esulta, ma l’UEFA ha decretato al momento l’autogol di Hoskonen. All’ultima contro il Ludogorets, i giallorossi hanno però un solo risultato disponibile: la vittoria.

GRUPPO C: Betis 13, Ludogorets 7, Roma 7, HJK 1