La Juventus piazza il colpo: al Milan solo 5 milioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:58

Milan a rischio beffa: la Juventus può soffiarlo ai rossoneri, che potrebbero guadagnare solo 5 milioni di euro

Dopo l’acquisto di Charles de Ketelaere sembrava destinato ad un ruolo di comprimario. Invece Brahim Diaz ha fino ad ora segnato più del 21enne belga, trovando anche il gol nel match contro la Juventus a San Siro. Dopo un’annata fatta di più bassi che alti, lo spagnolo sta dimostrando comunque di essere un giocatore importante per Pioli e anche oggi potrebbe indossare la maglia da titolare contro il Monza.

Milan, Diaz al Real Madrid e Asensio alla Juventus
Maldini e Cardinale ©LaPresse

Alla fine della stagione terminerà il prestito biennale e il Milan può contare su un diritto di riscatto fissato a 22 milioni di euro. Una cifra importante, che il club rossonero potrebbe decidere di investire se i numeri e le prestazioni dello spagnolo dovessero crescere. Attenzione però, perché il Real Madrid monitora con attenzione la situazione, visto che le ‘Merengues’ vantano un diritto di ricompra a 27 milioni di euro.

Calciomercato Milan, Brahim Diaz può tornare a Madrid per sostituire Asensio

Diritto che, secondo ‘El Nacional’, il Real sarebbe pronto già ad esercitare. I catalani non hanno grossi dubbi sulla decisione del Milan di riscattare il giocatore, ma il Real Madrid avrebbe già deciso, nel caso, di esercitare il diritto di ricompra. Diaz infatti viene ritenuto il sostituto ideale di un giocatore che sembra destinato a non vestire più la maglia del Real dalla prossima stagione: Marco Asensio.

Milan, Diaz al Real Madrid e Asensio alla Juventus
Brahim Diaz e Rafael Leao ©LaPresse

Florentino Perez avrebbe già deciso di non prolungare il contratto del giocatore e starebbe pensando di richiamare Diaz all’ovile, esercitando la ricompra. Ancelotti avrebbe già dato l’ok, anche se molto dipende dalla volontà del natio di Malaga, che tornerebbe sì a Madrid, ma solo a patto di avere un ruolo importante, altrimenti preferirebbe restare a Milano. Lo stesso Ancelotti, riferisce il ‘Mundo Deportivo’, non sembra aver chiuso in maniera definitiva le porte ad Asensio. Il maiorchino non è certamente una prima scelta, ma il tecnico lo ha definito importante. “Gioca poco, ma quando gioca è determinante e in futuro avrà maggior minutaggio. Non abbiamo parlato del suo contratto, ma credo che lo faremo dopo i Mondiali”.

Parole chiare da parte del tecnico, anche se diversi club studiano la situazione di Asensio. Su tutti lo stesso Milan, che però deve fare i conti con la concorrenza di Juventus e Barcellona. I rossoneri, nel caso in cui dovesse partire Brahim Diaz, potrebbero trovare un sostituto proprio nello stesso Asensio, ma dovranno essere bravi a non farsi scippare né dai bianconeri né dai catalani. Il rischio potrebbe essere quello di perdere un giocatore importante nelle gerarchie e di non riuscire a concretizzare il colpo Asensio a zero.