Roony, il Messi svedese soffiato al Chelsea

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:48

Roony, non ha ancora 17 anni il Messi svedese che il Copenaghen ha soffiato al Chelsea. Oltre ai Blues, anche Barcellona e Ajax per lui

È nato a Kuwait City, ha il passaporto svedese, perché lì si è trasferito molto presto con la famiglia, e siriano, perché da lì provengono i suoi genitori. Lo paragonano già a Messi e questo potrebbe essere ingombrante nel destino che Roony Bardghji vuole scrivere da calciatore in grado di imporsi nel panorama internazionale.

Roony, il Messi svedese soffiato al Chelsea
L’esultanza di Leo Messi ©️ LaPresse

In realtà la strada la ha già cominciata e dai primi segnali non sembrerebbe che questo accostamento gli stia creando problemi. Roony – lo chiamano tutti così per una chiara assonanza con Wayne Rooney, il cui talento esplose altrettanto presto in Inghilterra – sta già facendo faville tra il Copenaghen, dove è arrivato nel 2020 ancora quattordicenne – e le nazionali giovanili della Svezia. E’ un attaccante esterno con grandi qualità tecniche, nell’uno contro uno ha spunto e capacità di andare via lasciando spesso sul posto chi lo marca. Ambidestro, anche se preferibilmente mancino, non dà riferimenti precisi agli avversari quando deve trovare la soluzione e calciare a rete. Fa gol e li fa fare ai suoi compagni. In Europa è arrivato a sette anni e iniziò a dare i primi calci nel Kallinge, club dilettantistico nel sud della Svezia, nel Gotaland, regione storica un tempo composta di piccoli regni.

Da lì a 10 anni è passato in un altro piccolo club di quella stessa regione, il Rodeby. E a 14 anni si è accorto di lui il Malmoe, che lo ha tenuto per una stagione facendolo già giocare nella sua Under 19 quattro anni sotto età. Nel 2020 è arrivato il Copenaghen, sempre molto attento nell’opera di scouting sui giovanissimi talenti del Nord Europa e rimasto scottato dal fatto di aver perso Andreas Schjelderup, che dal Bodø Glimt, l’esterno offensivo passato al Nordsjaelland proprio in quel periodo. La prima stagione Roony la ha giocata nell’Under 19 del club svedese, segnando 3 gol e regalando altrettanti assist ai compagni.

Roony, il Messi svedese soffiato al Chelsea
Roony al tiro ©️ Ansa

Roony nel mirino delle grandi d’Europa: Chelsea, Barça, Bayern e Ajax

Il 21 novembre 2021, a 16 anni e 6 giorni, è arrivato l’esordio record in Superliga in casa contro l’Aarhus. E sette giorni dopo, nel 3-1 sul campo dell’Aalborg, anche la rete più giovane mai realizzata nel massimo torneo danese. Sabato scorso è arrivata la prima rete della nuova stagione, proprio contro quel Nordsjaelland che si era preso l’altro astro nascente Schjelderup, arrivando prima, e spingendo il Copenaghen a scattare subito per non perdere anche Roony.

La Grande Europa del calcio sta guardando con molta attenzione questo talento: dalla sua il Copenaghen non avrebbe intenzione di privarsene troppo in fretta, o almeno questa sarebbe la speranza del suo allenatore Neestrup, che vorrebbe crescerlo ancora nella speranza che il ragazzo possa aiutare il club a vincere. Certo è che lo seguono e lo vogliono in tanti: il Chelsea lo seguiva addirittura da quando lo hanno poi preso i danesi. Anche Bayern, Barcellona e Ajax lo monitorano e per ultimi si sono affacciati i francesi del Nantes. Non è escluso che un passaggio intermedio possa agevolare ulteriormente la sua crescita. Roony compirà tra un mese 17 anni: la sua stella ha tutto il tempo di brillare.