Zero fiducia da parte di Inzaghi, per l’Inter c’è già un problema

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:32

Problema in casa Inter, da parte di Simone Inzaghi c’è fiducia pari a zero nei confronti del giocatore

Autore di una eccellente seconda parte di stagione all’Empoli che lo ha portato a conquistarsi una chiamata da parte dell’Inter, Kristjan Asllani sta faticando ad imporsi con la maglia nerazzurra. Si pensava che l’infortunio di Brozovic potesse portare un maggior minutaggio al giovane centrocampista albanese, ma nonostante sulla carta sia il naturale sostituto del croato, il classe 2002 è stato impiegato non quanto molti si aspettassero.

Inter, poco spazio per Asllani
Simone Inzaghi ©LaPresse

In queste prime tre uscite post pausa nazionali, Asllani è stato titolare in due gare su tre, ma solo con la Roma ha giocato un ampio margine di gara (77 minuti), disputando una buona prestazione. Contro il Sassuolo, complice anche un cartellino giallo, è stato sostituto durante l’intervallo, mentre a San Siro contro il Barcellona ha giocato solo gli ultimi 5 minuti. E anche stasera, al Camp Nou, Simone Inzaghi sembra intenzionato a preferirgli un adattato Hakan Calhanoglu.

Inter, poco spazio per Asllani: quale sarà il suo futuro?

Segnali che fanno presagire come il tecnico nerazzurro ancora non nutre probabilmente la massima fiducia nei confronti del giocatore albanese. Già nelle prime uscite, nonostante un Brozovic non in formissima, poche sono state le possibilità concesse al classe 2002. Asllani infatti aveva disputato solo trenta minuti prima della pausa delle nazionali, suddivisi (non equamente) in tre presenze contro Spezia, Cremonese e Viktoria Plzen. Cifre quasi nulle per un giocatore che si era rivelato la stagione precedente come uno dei migliori under-21 della Serie A.

Inter, poco spazio per Asllani
Asllani ©LaPresse

Cifre che in pochi, compresi i tifosi nerazzurri, si spiegano. Asllani è stato acquistato in estate in prestito con obbligo di riscatto. Un affare da 14 milioni di euro complessivi (4 di prestito oneroso e 10 di riscatto). Un segnale di come la società creda fortemente nel giocatore albanese, ritenuto un profilo importante per il futuro, ma anche per il presente. Questi primi segnali però fanno presagire alcuni dubbi legati al futuro. Ci vorrà sicuramente tempo perché il giocatore possa conquistare più minuti e avere più chances, anche se molti, considerato l’infortunio di Brozovic, si sarebbero aspettati maggior minutaggio. Sul riscatto non ci sono timori, così come sembra difficile che il ragazzo possa partire in prestito a gennaio, viste anche le tante partite e il fatto che l’Inter dovrebbe poi trovare un sostituto dello stesso albanese.