PAGELLE E TABELLINO Roma-Lecce 2-1, Smalling e Pellegrini fondamentali, Hujlmand complica tutto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:43

Le pagelle e il tabellino della partita tra Roma e Lecce valida per la nona giornata del campionato di Serie A

La Roma doveva vincere e lo ha fatto affidandosi ai suoi top player, Smalling e Dybala. Contro il Lecce serviva la scossa per affrontare nel migliore dei modi il match di Europa League contro il Betis, e in parte è arrivata. I giallorossi nel primo tempo creano tanto trovando il vantaggio con Smalling di testa, ma dopo l’espulsione di Hjulmand invece di sfruttare il momento subiscono il gol del pari.

PAGELLE E TABELLINO Roma-Lecce 2-1, Smalling e Pellegrini fondamentali, Askildsen complica tutto
Chris Smalling, difensore della Roma ©LaPresse

Nella ripresa Mourinho inserisce Abraham, che ripaga subito conquistando il calcio di rigore che poi realizza Paulo Dybala. Il match termina 2-1 e queste sono le pagelle del match:

ROMA

Rui Patricio 6- Non può nulla sul gol, per il resto mai chiamato in causa

Mancini 6- Non ha molto lavoro da fare visto che il Lecce è rintanato dietro, il problema è che sembra stia ricominciando a prendere troppi gialli.

Smalling 7- Ormai ci sta prendendo gusto, di testa è il più pericoloso e anche oggi trova la via del gol con questo fondamentale. In difesa inutile dire che è un muro invalicabile.

Ibanez 6- Vale per lui lo stesso discorso di Mancini, il lavoro da fare è poco, ma il giallo è inutile.

Zalewski 6.5- Un treno che non si ferma mai sulla sua fascia. È migliorato molto in fase difensiva e sfiora anche il gol.

Cristante 6- Fa muovere bene il pallone e prova qualche incursione. Col passare del tempo si vede meno.

Pellegrini 7- Si rivede il Pellegrini fantasista, che inventa calcio e pennella assist per i compagni. Prende per mano la squadra e la trascina alla vittoria. Ritrovato.

Vina 5- Ha poco spazio quest’anno nella Roma, ma quando ha queste occasioni da titolare deve sfruttarle meglio. Sbaglia spesso la scelta quando parte palla piede finendo per perderla. (46′ Spinazzola 6- Non trova tante accelerazioni ma fa il suo per aiutare la squadra)

Dybala 6.5- Una partita con meno spunti e giocate del solito, però quando ha la palla tra i piedi è sempre imprevedibile. Dal dischetto è glaciale e regala alla Roma il secondo vantaggio. (50′ Matic 6- Sa come gestire il vantaggio e lo fa recuperando palloni e facendoli girare per i compagni)

Zaniolo 5- Nonostante l’espulsione contro il Betis Mourinho gli dà ancora fiducia, ma lui non la ripaga. Prova qualche spunto ma spreca un’occasione d’oro nel finale di primo tempo. Esce all’intervallo. (46′ Abraham 7- Seconda panchina consecutiva in campionato, ma il bomber inglese affronta la situazione con maturità ed entra con la giusta carica procurandosi il calcio di rigore che poi, con altrettanta umiltà, cede a Dybala).

Belotti 5.5- L’impegno c’è, questo non si discute, ma fatica a rendersi pericoloso e a smarcarsi. Serve di più. (76′ Shomurodov S.V.)

All. Mourinho 6.5- La sua Roma vince ma non convince a pieno. Ancora una volta manca cinismo e anche sul 2-1 il risultato non sembra essere al sicuro.  Vittoria importante, ma questa squadra deve ancora migliorare molto.

LECCE

Falcone 6.5- Non può nulla sui gol, fa un paio di parate che tengono a galla i suoi.

Gendrey 5- Fatica molto in fase di chiusura distraendosi troppo facilmente e facendosi saltare. Sbaglia molto.

Baschirotto 5.5- L’attacco della Roma è difficile da contenere, lui prova a fare il suo e gioca una partita discreta ma non sufficiente per evitare di prendere gol.

Umtiti 6- La tanta esperienza accumulata in carriera si vede e infatti è il migliore della retroguardia leccese. Grinta e cattiveria giusta per affrontare questa nuova avventura.

Pezzella 5.5- La sua fascia è quella più difficile da gestire e infatti fatica a tenere a bada gli assalti giallorossi, senza però fare errori gravi.

Hjulmand 4- Da capitano lascia in dieci i suoi con un intervento totalmente senza senso a centrocampo complicando la partita dei suoi.

Askildsen 5- Inizia bene ma poi si perde con il passare del tempo perdendo spesso un tempo di gioco. Inoltre è ingenuo nell’atterrare Abraham e concedere il rigore. (71′ Helgason 6- Bravo a recuperare diversi palloni, venti minuti positivi)

Strefezza 6.5- La grinta non gli manca mai, corre tantissimo e trova anche il gol del momentaneo pareggio. Nella ripresa cala inevitabilmente vista l’inferiorità numerica. (71′ Di Francesco 6- Si crea un’occasione di testa che però non sfrutta, entra bene nel match).

Gonzalez 5.5- Non si vede praticamente mai durante il primo tempo e il tecnico lo sostituisce all’intervallo. (46′ 6- A centrocampo gestisce palla e prova qualche ripartenza senza esito)

Ceesay 5.5- Partita di sacrificio vista l’inferiorità numerica, aiuta più in difesa che in attacco. (90′ Oudin S.V.)

Banda 6.5- Le sue accelerazioni fanno tremare la difesa giallorossa, forse il migliore dei suoi. (81′ Colombo S.V.)

All. Baroni 5.5- Partita complicata dopo 20 minuti dall’espulsione di Askildsen. Il suo Lecce però non perde coraggio e ci prova sempre. Una prestazione abbastanza positiva che però non porta punti.

Arbitro: Prontera 6- Gestione di gara buona, forse qualche cartellino di troppo. Aiutato dal Var in occasione del rosso.

Roma-Lecce, il tabellino del match

I giocatori della Roma esultano ©LaPresse

ROMA (3-4-2-1): Rui Patricio; Mancini (88′ Kumbulla), Smalling, Ibanez; Zalewski, Cristante, Pellegrini, Vina (46′ Spinazzola); Dybala (50′ Matic), Zaniolo (46′ Abraham); Belotti (77′ Shomurodov). All. Mourinho

LECCE (4-3-3): Falcone; Gendrey, Baschirotto, Umtiti, Pezzella; Gonzalez (46′ Blin), Hjulmand, Askildsen (71′ Helgason); Strefezza (71′ Di Francesco), Ceesay (90′ Oudin), Banda (81′ Colombo). All. Baroni

Arbitro: Alessandro Prontera (Sezione di Bologna)
Var: Luca Banti (Sezione di Livorno)
Ammoniti: 57′ Umtiti, 60′ Ibanez, 63′ Mancini, 88′ Di Francesco
Espulsi: 22′ Hjulmand
Marcatori: 6′ Smalling, 39′ Strefezza, 48′ Dybala