La sua era è al tramonto: cambio epocale per Inzaghi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:29

L’Inter è tornata a sorridere con la vittoria in Champions League contro il Barcellona di Xavi. Una serata importante dal punto di vista emotivo che può dare lo slancio e che conferma le buone impressioni su Onana 

Torna alla vittoria l’Inter in una serata Champions da ricordare per Simone Inzaghi che a San Siro manda ko il più quotato Barcellona, in un sol colpo ritrovando certezze e ridisegnando i valori di un girone di ferro che rischia di riservare sorprese fino all’ultimo respiro. Un gol di Calhanoglu e una prestazione di squadra con attenzione e sacrificio sono valsi tre punti pesantissimi, soprattutto perchè arrivati dopo due brutte sconfitte in fila in campionato a cavallo della sosta contro Udinese e Roma. Segnali positivi dalla serata del Meazza anche da parte di Andrè Onana, ancora una volta efficiente, al netto di una sbavatura, e soprattutto sostenuto da tifosi e compagni.

Inter, ora la riflessione è in porta: da Handanovic allo scalpitante Onana
Inzaghi ©LaPresse

Seguirà quindi ancora dibattito sulle gerarchie ballerine della porta dell’Inter divise per il momento con Handanovic titolare di campionato e il camerunense guardiano di coppa. Lo stesso Simone Inzaghi ha evidenziato ancora una volta di avere due portieri importanti e di scegliere in tranquillità esattamente come per qualsiasi altro ruolo.

Inter, ora la riflessione è in porta: da Handanovic allo scalpitante Onana

Inter, ora la riflessione è in porta: da Handanovic allo scalpitante Onana
Onana ©LaPresse

La lunga era Handanovic, al netto della titolarità in campionato, sembra arrivata al tramonto in quanto resta semplicemente da capire quando e con che modalità Onana lo scavalcherà in via definitiva. Il primo a rendersi conto della situazione di incertezza è lo stesso sloveno che si mette a disposizione della squadra senza creare ulteriori problematiche in una stagione già difficile di suo.

Il tempo passa, Onana inizia a convincere sempre di più e il vento in favore del camerunense inizia a spirare sempre più forte con le gerarchie che rischiano di essere riviste, al netto di un’alternanza campionato-coppa che per ora almeno appare consolidata. Non sono da escludere sorprese sul lungo periodo, ma ciò che appare sicuro è proprio il destino dello sloveno, sempre più verso la fine della sua avventura da titolare in nerazzurro. Onana è il nuovo che avanza.