Ko dopo Chelsea-Milan, un mese di stop

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:56

Nel corso di Chelsea-Milan non sono mancati neppure gli infortuni, arriva il responso: un mese di stop 

La sconfitta subita ieri a Stamford Bridge ha complicato e non poco il percorso del Milan in Champions League. I rossoneri si sono ritrovati dall’occupare la testa del girone ad essere scavalcati dal Salisburgo e raggiunti proprio dal Chelsea, che ora come il Milan si trova a 4 punti.

Chelsea, un mese di stop per Fofana
Stefano Pioli © LaPresse

Ad aprire le marcature è stato Wesley Fofana. Il difensore centrale francese, arrivato negli ultimi giorni di mercato per una cifra astronomica dal Leicester (oltre 70 milioni di euro), ha trovato proprio contro i rossoneri la sua prima rete con la maglia dei ‘Blues’. Fofana è stato costretto però ad uscire anticipatamente dal terreno di gioco. Dopo un duello in velocità con Rafael Leao, il francese si è accasciato a terra per un problema al ginocchio. Problema che ha spaventato e non poco tutto lo staff medico del Chelsea.

Chelsea, un mese di stop per Fofana

Graham Potter non ha nascosto la propria preoccupazione, ma dopo i primi esami medici effettuati oggi, il manager dei londinesi può certamente sorridere. L’infortunio di Fofana appare infatti molto meno grave rispetto al previsto. Come riferito dal giornalista del ‘Daily Telegraph’, Matt Law, Fofana resterà ai box per al massimo un mese, ma potrebbe cavarsela in circa tre settimane.

Chelsea, un mese di stop per Fofana
Wesley Fofana © LaPresse

Una notizia certamente positiva per il giocatore e per tutto il Chelsea. Escluse quindi lesioni: per il giocatore si tratta solo di una distorsione del ginocchio. Di certo però sarà impossibile vederlo in campo la prossima settimana a San Siro per il match di ritorno contro il Milan. Potter quindi dovrà valutare un’eventuale alternativa nella difesa che scenderà in campo contro i rossoneri. Al momento le ipotesi più accreditate sono Chalobah, che ha sostituito proprio ieri Fofana a gara in corso o Azpilicueta, ieri in panchina.