ESCLUSIVO | Napoli, la società si muove: pronto un tris di rinnovi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:00

Dopo quello ormai certificato di Meret, il Napoli si muove: closing sempre più vicino per il rinnovo di tre titolarissimi di Spalletti

Il magic moment del Napoli sta vedendo tanti protagonisti sugli scudi. La copertina, come sempre è degli attaccanti. Giacomo Raspadori è on fire, gol in Champions, in Serie A ed in nazionale, con l’azzurro va sempre a referto. Poi, c’è Khvicha Kvaratskhelia sul quale sono stati spesi fiumi assolutamente imprevisti di inchiostro. Il georgiano ha raccolto l’eredità di Insigne sulla sinistra con margini di miglioramento ancora molto alti nonostante abbia già raggiunto quota 10 tra gol ed assist.

ESCLUSIVO | Napoli, la società si muove: pronto un tris di rinnovi
Cristiano Giuntoli ©LaPresse

Aurelio De Laurentiis e Cristiano Giuntoli, però, guardano già oltre. C’è la consapevolezza di dover blindare quegli uomini che stanno consentendo a Spalletti di avere la straordinaria solidità vista finora. Su Alex Meret, come vi abbiamo raccontato, il rinnovo è una formalità, qualcosa solo da render pubblico, come lo stesso portiere ha ammesso nella conferenza stampa pre-Ajax. Ci sono, però, altri file aperti sul tavolo: con la volontà di chiudere il prima possibile.

Rinnovi pronti per la ‘colonna vertebrale’ azzurra

C’è, sul tavolo, un tris di rinnovi per quella che possiamo definire una buona parte della colonna vertebrale azzurra.

Secondo quanto appreso in esclusiva dalla redazione di Calciomercato.it, i dossier aperti sono quelli legati a Stanislav Lobotka, Frank Zambo Anguissa ed Amir Rrahmani. E sono file che il Napoli vorrebbe archiviare prima della fine del 2022, almeno sostanzialmente.

Rrahmani ed Anguissa ©LaPresse

Partiamo dal centrale kosovaro: contratto in scadenza nel 2024. il Napoli non vuole farsi trovare impreparato e sta già lavoro con Adrian Aliaj, agente del difensore per trovare intesa su prolungamento (potrebbe esser fino al 2026) ed adeguamento del contratto.

Ha scadenza un po’ più lunga il contratto di Lobotka: 2025. Le prestazioni che si possono definire solo come eccezioni del play slovacco stanno inducendo Giuntoli a spingere per il rinnovo. Il ds partenopeo vuole anche provare ad evitare assalti ad una merce rara sul mercato come quella del regista. I contatti con l’entourage di Lobotka sono costanti e quotidiani. Sono improntati sull’ottimismo e sulla fiducia. Non c’è ancora un accordo quadro sulle cifre, ma le sensazioni sono molto positive, così come la volontà del closing. Anche in questo caso, il prolungamento dovrebbe tradursi in un biennale con adeguamento

Sembra ancora più in discesa la strada per Anguissa: la scadenza lunga (2026) non impone la necessità di accordi pluriennali. Il camerunese rinnoverà di un anno con un adeguamento. Filtra, in questo caso, una serenità davvero alta per completare l’operazione.