L’emergenza infortuni lo riavvicina al Milan: serve la magia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:43

Tanti infortuni in casa Milan, il club rossonero guarda al mercato di gennaio: possibile ritorno di fiamma

Trauma distorsivo del ginocchio sinistro con gli esami che hanno evidenziato una lesione parziale del legamento collaterale mediale. Tale è stato l’esito dell’infortunio di Alexis Saelemaekers: il belga rientrerà nel nuovo anno e sarà quindi costretto a saltare il Mondiale in Qatar. Una batosta per lui, ma anche per il Milan, che non potrà contare nei prossimi 40 giorni su un titolare.

Milan, Ziyech torna di moda
Paolo Maldini ©LaPresse

La situazione infortuni, in casa rossonera, preoccupa e non poco. Il Milan infatti ha perso anche Calabria per tre mesi e Kjaer per i prossimi quindici giorni. La priorità e la testa, ora, è sicuramente al campo visto che il prossimo mese sarà decisivo sia in ottica campionato che in ottica Champions League. La dirigenza però resta vigile anche sul mercato, in particolare appunto sulla questione legata all’ala destra, visto appunto il nuovo infortunio a Saelemaekers.

Milan, Ziyech torna di moda

Come riferisce ‘Gazzetta.it’, torna in voga il nome di Hakim Ziyech in casa rossonera. Il 29enne marocchino di passaporto olandese (quindi comunitario), nonostante il cambio di allenatore, continua a non avere il posto assicurato all’interno della rosa e un suo addio, anche nel prossimo mercato di gennaio, non è scontato. Più volte si è parlato di uno suo sbarco a Milano per dare più estro sulla fascia destra. Soprattutto si parla di lui per gli intrecci con Rafael Leao, da tempo nel mirino del Chelsea.

Milan, Ziyech torna di moda
Hakim Ziyech ©LaPresse

Il Milan però vorrebbe portare il marocchino a Milano con la formula del prestito, anche se resta complicato per via dell’elevato stipendio del giocatore. Il 5 milioni annui percepiti restano alti a prescindere dai benefici del Decreto Crescita. Di certo il club rossonero non è intenzionato ad inserire Leao nell’operazione, ma il nome di Ziyech resta un nome papabile per la società rossonera.