“Via subito anche lui”: non solo Inzaghi, altro nerazzurro nel mirino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:45

E’ crisi conclamata per l’Inter di Simone Inzaghi, altra sconfitta e nerazzurri nei guai: ma le contestazioni non riguardano solo il tecnico

Nelle speranze dell’ambiente, la gara contro la Roma avrebbe dovuto essere quella giusta per avviare il secondo ciclo stagionale di gare con una nuova marcia. Invece, ha sancito, di fatto, la crisi profonda in casa Inter. Siamo già alla quarta sconfitta in campionato, la quinta su dieci gare stagionali disputate.

"Via subito anche lui": non solo Inzaghi, altro nerazzurro nel mirino
Simone Inzaghi © LaPresse

Come già accaduto con il Milan e con l’Udinese, non è servito ai nerazzurri sbloccare per primi la gara, con un avvio in cui oltretutto erano sembrati nettamente più in palla degli avversari. Anche stavolta, l’Inter ha subito una dolorosa rimonta e adesso gli interrogativi per il prosieguo dell’annata possono farsi inquietanti. All’orizzonte, il doppio confronto in Champions League con il Barcellona che sarà molto probabilmente decisivo per gli equilibri del girone e per il passaggio agli ottavi di finale. In questo momento di chiara difficoltà, i pronostici vanno tutti contro la squadra di Inzaghi. Naturalmente finito ancor di più in discussione da parte dell’ambiente (ma non da parte della società, stando alle parole di Marotta) dopo l’ennesima prestazione scialba da parte dei suoi. E non è certo l’unico a ricevere critiche durissime, anzi.

Inter, flop Inzaghi e anche Marotta nella bufera: “Messa su una squadra da settimo posto”

"Via subito anche lui": non solo Inzaghi, altro nerazzurro nel mirino
Giuseppe Marotta © LaPresse

La tifoseria si scaglia pesantemente anche contro Marotta, cui vengono rinfacciate scelte sbagliate sul mercato. Fin troppo facile citare il rimpianto Dybala, che alla Roma sta dimostrando di poter incidere eccome. In generale, una rosa, quella preparata per quella stagione, che si sta dimostrando di valore decisamente inferiore rispetto alle attese. E l’errore a monte, una sorta di peccato originale secondo alcuni, è proprio quello di aver puntato su un allenatore come Inzaghi, ritenuto non all’altezza del compito. Prevale insomma lo scoramento, nell’ambiente interista, per una situazione che lascia immaginare una annata molto deludente e la necessità di una rifondazione totale, a livello di panchina, parco giocatori, asset dirigenziali. Ecco, tratti da Twitter, alcuni dei messaggi più impietosi indirizzati all’ad interista e non soltanto a lui: