Alla Juve comanda… Pinsoglio. Ma la delusione è “profonda”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:45

Dopo la sosta per gli impegni delle Nazionali, la Juventus torna in campo e sfida il Bologna del nuovo allenatore Thiago Motta

La crisi della Juventus è stata certificata dall’ultima sconfitta patita in casa del Monza dell’esordiente allenatore Raffaele Palladino nel turno che ha preceduto la pausa per gli impegni delle Nazionali.

Alla Juve comanda... Pinsoglio. Ma la delusione è "profonda"
Pinsoglio, terzo portiere della Juventus ©️ LaPresse

I risultati non arrivano, anzi. E, al secondo anno sulla panchina della Juventus dopo il ritorno, Massimiliano Allegri è sempre più sulla graticola. Almeno per quanto riguarda l’opinione di tifosi e addetti ai lavori, visto che la società bianconera lo ha confermato alla guida della squadra nonostante un inizio di stagione decisamente disastroso. Se a questo, si aggiungono i numerosi infortuni e lo scarso apporto di alcuni giocatori chiave come Angel Di Maria, squalificato per due turni dopo il rosso rimediato a Monza per fallo di reazione, e Dusan Vlahovic, ecco che la situazione si complica ancora di più.

In questi giorni di pausa, ci si è interrogati molto sulla possibile via d’uscita da prendere da parte della Juventus per tirarsi fuori da questo pantano, fermo restando che la qualificazione agli ottavi della Champions League è un miraggio difficilmente raggiungibile. Dunque, ad ottobre il primo obiettivo stagionale potrebbe già fallire. A parte questo, però, si nota una mancanza di leadership all’interno della rosa e viene chiesto qualcosa di più ai calciatori più rappresentativi, in particolare al capitano Leonardo Bonucci, colpito da un duro comunicato degli ultras bianconeri nei giorni scorsi.

"Pinsoglio capo popolo, Vlahovic delusione profonda"
Dusan Vlahovic, inizio deludente ©️ LaPresse

“Pinsoglio capo popolo, Vlahovic delusione profonda”

E proprio su questo argomento è intervenuto il giornalista Tony Damascelli sulle frequenze di ‘Radio Radio’: “Bonucci è più esibizione che altro. Chiaramente, ha esperienza e con la Nazionale ha giocato con grande personalità queste due partite di Nations League, bisogna dirlo. Per me, la Juventus deve prenderla in mano Allegri, è lui il responsabile tecnico. All’interno della Juve, in questo momento, sapete chi è il capo popolo? Pinsoglio. Conta come contava Storari“.

Questo il parere, invece, di Massimo Franchi, giornalista, che si concentra su Dusan Vlahovic: “È la delusione più profonda. Alla Fiorentina era capocannoniere del campionato, mentre alla Juventus, a parte un inizio alla Piatek, è stato poco decisivo. Contro il Benfica, è stato annullato da un 18enne come Antonio Silva. Sbaglia gli stop, ha l’ansia da prestazione. E la maglia della Nazionale serba non pesa quanto quella della Juve. Se Milinkovic-Savic l’avesse preso la Juve, giocherebbe male anche lui”. Adesso, parola al campo, l’unico giudice supremo.