Cessione Ronaldo, il nuovo indizio è la maglia numero 7

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:15

Nuovo indizio legato al futuro di Cristiano Ronaldo e ad una possibile partenza: è legato alla storica maglia numero 7 del Manchester United

Otto presenze in stagione, un solo gol segnato (in Europa League) e meno di 400 minuti disputati. Dopo un’estate trascorsa dal suo agente Jorge Mendes a cercare una nuova destinazione, Cristiano Ronaldo è rimasto al Manchester United in quello che è il suo ultimo anno di contratto. Il portoghese ha un’opzione di rinnovo per un’ulteriore stagione, ma considerati anche quelli che sono i piani di ten Hag, una permanenza con la maglia dei ‘Red Devils’, al momento, appare quasi impossibile.

Cristiano Ronaldo, indizio sul futuro
Cristiano Ronaldo © LaPresse

Mendes ha sondato tanti terreni in tutta Europa per fare in modo che il proprio assistito potesse approdare in un club che disputasse la Champions League. Dall’Atletico Madrid al Napoli, passando per Olympique Marsiglia, Chelsea e Sporting CP oltre a tanti altri. Alla fine però Ronaldo è rimasto a Manchester, anche se questi sembrano essere sempre più gli ultimi mesi della sua seconda avventura con il club inglese.

Futuro Ronaldo, Sancho ed Antony prenotano la 7

Il ‘Manchester Evening News’ sottolinea infatti come ci sarebbe già una gara ad ereditare la ambitissima e pesantissima maglia numero 7. In casa ‘Red Devils’ è un numero che ha fatto la storia: da George Best a Eric Cantona fino a David Beckham. E due giocatori sarebbero pronti a contenderselo in vista della prossima stagione.

Futuro Ronaldo, Sancho ed Antony prenotano la 7
Jadon Sancho © LaPresse

Uno è Jadon Sancho, che ha già indossato quel numero al Borussia Dortmund, l’altro invece è Antony, arrivato dall’Ajax nell’ultimo mercato estivo per una cifra record. Sarebbero loro i principali candidati a vestire la maglia numero 7 il prossimo anno. I due già si sarebbero fatti avanti per sondare il terreno e capire quante possibilità ci sarebbero di indossare la 7 il prossimo anno. Un segnale quindi di come nel futuro di Ronaldo possa esserci ormai una (quasi) certezza. Indipendentemente dalla qualificazione in Champions League, la sua permanenza a Manchester sembra ormai essere agli sgoccioli. Più facile un addio a fine stagione piuttosto che a gennaio: a quel punto chissà che quegli stessi club che hanno detto “No” in estate, non cambino idea e decidano di farci un pensiero a costo zero.