Per l’Inter ora è una necessità: via con lo sconto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:13

Il flop Inter potrebbe avere conseguenze non certo piacevoli per la società nerazzurra: via con lo sconto

Ripartire il prima possibile, dimostrare sul campo che la fiducia è più che meritata. Simone Inzaghi si prepara alla ripresa del campionato con questo imperativo.

Inter, Inzaghi deve rilanciare i big
Inzaghi © LaPresse

Il club lo ha confermato alla guida della squadra, spazzando il campo da possibili rumors su esonero e sostituti, ma ora la parola passa al campo.

Toccherà al tecnico e ai calciatori dimostrare che la società ha fatto bene a scegliere la via della continuità. Serve farlo perché il rischio è che un eventuale fallimento possa creare non pochi problemi al club. Già perché in questo inizio di stagione, sono proprio i pilastri della squadra ad essere venuti meno. Da Skriniar a Barella, passando per Bastoni e Lautaro Martinez, tutti hanno avuto un rendimento al di sotto delle aspettative. Guarda caso si tratta proprio degli uomini mercato. Se lo slovacco merita un capitolo a parte, con il contratto in scadenza nel 2023, per gli altri le prestazioni in campo hanno un duplice valore.

Calciomercato Inter, da Barella a Bastoni: addio con lo sconto?

Bastoni e gli altri big: via con lo sconto
Bastoni © LaPresse

Inzaghi ha la necessità di far rendere al meglio la squadra, soprattutto i big, perché un eventuale fallimento potrebbe avere effetti negativi anche sul bilancio. Già perché in estate potrebbe arrivare il momento di una cessione eccellente e il valore dei calciatori con più mercato potrebbe abbassarsi in maniera anche sensibile in caso di stagione negativa, con cessioni a quel punto ‘scontate’.

Così dopo aver rifiutato cifre importanti per Skriniar dal Psg, l’Inter potrebbe veder andare via lo slovacco gratis, ma non solo. Bastoni, ad esempio, non ha iniziato bene la stagione e, continuando così, il suo valore è destinato ad abbassarsi. Un ragionamento che può essere allargato a tutti i componenti della rosa. Se Conte era stato bravo a esaltare le varie individualità, Inzaghi dovrà dimostrare di riuscire a farle rendere al meglio. C’è in ballo la sua panchina, ma anche il ‘tesoretto’ della società da potersi giocare per esigenze di bilancio. Obiettivo comune quindi: l’Inter deve ripartire e per farlo i suoi big dovranno tornare a rendere ad alti livelli.